Anatomia dell'ape

pubblicato da Amo la veterinaria

Aggiornato su

Il blog I Love Veterinary è supportato dai lettori e potremmo guadagnare una commissione dai prodotti acquistati tramite i link in questa pagina, senza costi aggiuntivi per te. Ulteriori informazioni su di noi e sul nostro processo di revisione dei prodotti >

A giugno si festeggia Settimana nazionale degli impollinatori, 17-23 per l'esattezza. Per onorare gli impollinatori, abbiamo deciso di dedicare questo articolo a uno degli impollinatori più conosciuti, l'ape. Nell'infografica qui sotto, puoi saperne di più sull'anatomia dell'ape.

Anatomia delle api

Possiamo tranquillamente affermare che l'ape è un insetto straordinario. L'anatomia dell'ape lo dimostra.

Le api hanno un esoscheletro, che è il guscio esterno duro dei loro corpi. Sono dotati di due paia di ali per volare e tre paia di gambe per camminare. Il loro corpo è costituito da tre parti principali del corpo: testa, torace e addome. Sulla testa hanno le antenne.

anatomia dell'infografica delle api

Perché le api sono così importanti?

Ogni giorno leggiamo nelle notizie che le api rischiano l'estinzione e, con la loro estinzione, stiamo affrontando la fine del nostro pianeta. Le api sono così vulnerabili oggi a causa dell'uso eccessivo di pesticidi e di alcuni parassiti succhiatori di sangue che possono riprodursi solo nelle colonie di api. Se le api si estinguessero, anche l'umanità si sarebbe estinta. Celebriamo anche queste incredibili creature durante Giornata mondiale delle api, che avviene a maggio.

Parliamo di cosa sono le api e del loro scopo

Le api sono insetti volanti strettamente imparentati con vespe e formiche, noti per il loro ruolo nell'impollinazione e, nel caso delle specie di api più note, l'ape occidentale, per la produzione di miele e cera d'api.

Ci sono oltre 16,000 specie conosciute di api in sette famiglie biologiche riconosciute. Si trovano in tutti i continenti tranne l'Antartide, in ogni habitat del pianeta che contiene piante da fiore impollinate da insetti.

Alcune specie tra cui api mellifere, bombi e api senza pungiglione vivono socialmente in colonie. Le api sono adattate per nutrirsi di nettare e polline, la prima principalmente come fonte di energia e la seconda principalmente per proteine ​​e altri nutrienti. La maggior parte del polline viene utilizzato come cibo per le larve.

La condivisione è la cura!

AUTORE

Progetto dedicato al supporto e al miglioramento della Medicina Veterinaria. Condivisione di informazioni e discussioni nella comunità veterinaria.

raccomandato

Iscriviti alla nostra Newsletter

Lascia la tua email qui sotto per unirti alla squadra I Love Veterinary e goditi notizie regolari, aggiornamenti, contenuti esclusivi, nuovi arrivi e molto altro!