Disimballare l'ORRORE del cancro ai polmoni nei cani

Cancro al polmone canino

Il cancro ai polmoni nei cani non è comune, ma non trattenete il respiro perché i casi sono in aumento. Le maggiori incidenze di cancro ai polmoni del cane possono essere dovute all'aumento della longevità dell'animale domestico, al miglioramento della diagnostica e al regolare screening sanitario nei cani anziani.   

Una diagnosi di cancro ai polmoni comporta spesso una prognosi sfavorevole a causa del fatto che la maggior parte degli animali domestici mostra solo sintomi lievi. Il più delle volte, il cancro progredisce senza essere rilevato, il che limita le opzioni di trattamento. Leggi il nostro articolo e scoprilo Una guida sui tumori comuni nei cani.

Triste cane golden retriever bianco

Quali sono i sintomi e i segni del cancro ai polmoni nei cani?

Un quarto dei pazienti con carcinoma polmonare sottostante non mostra alcun segno di malattia fino alle fasi finali. 

Quando si sospetta il cancro ai polmoni nei cani, i sintomi a cui prestare attenzione possono essere sottili. Le manifestazioni cliniche della condizione dipendono dalla posizione, dalle dimensioni e dal tipo di tumore. I seguenti sintomi riportati si verificano nei cani con cancro ai polmoni:

  • Perdita di peso e appetito depresso.
  • Aumento della frequenza respiratoria e dello sforzo. Dispnea (difficoltà a respirare) è spesso presente nel cancro allo stadio terminale.
  • Letargia e intolleranza all'esercizio.
  • Vomito.
  • Disagio toracico quando si giace in decubito sternale o una posizione a gambe arcuate degli arti anteriori.
  • Pessimo stato del mantello.
  • Tosse o respiro sibilante.
  • Febbre.

L'occorrenza di cancro ai polmoni diagnosticato erroneamente nei cani

Quando si diagnostica il cancro ai polmoni nei cani, i raggi X sono la modalità di imaging più comune e accessibile disponibile per i veterinari di base. Le radiografie sono a volte difficili da interpretare e alcuni pattern polmonari o versamenti possono oscurare le masse. Un numero significativo di cani non presenta sintomi clinici evidenti, aumentando il rischio di diagnosi errate del cancro.

I veterinari spesso rilevano patologie polmonari durante le radiografie del torace, ma a volte i raggi X non sono sufficienti per fornire una diagnosi specifica. 

Per garantire una diagnosi accurata, possono verificarsi raccomandazioni dei seguenti test: 

  • Le radiografie devono essere eseguite con almeno tre viste ortogonali per localizzare il tumore o il pattern polmonare.
  • Analisi del sangue per valutare parametri specifici formano un emocromo completo e biochimica del siero.
  • Un'ecografia addominale valuta se il tumore si è metastatizzato ad altri organi dei tessuti molli. 
  • Le biopsie o gli aspirati ecoguidati aiutano a campionare la massa e vengono inviati a un patologo per essere identificati e stadiati.
  • Una scansione TC è un'eccellente modalità di imaging per indagare se la massa si è diffusa a più di un lobo polmonare, ai linfonodi vicini o al mediastino. Gli specialisti possono anche determinare i margini chirurgici da una TAC. 

Le varie fasi del cancro polmonare canino

Le classificazioni dei tumori polmonari canini si dividono in due categorie: tumori polmonari primari e tumori polmonari metastatici.

Un tumore polmonare primitivo è raro nei cani. Il tumore origina dal tessuto polmonare ed è spesso maligno. La metastasi si verifica regolarmente nei linfonodi, nel rivestimento della cavità toracica, nelle ossa e nel cervello. 

Un tumore polmonare metastatico è una crescita che si è diffusa dal cancro originato altrove. Una volta che il cancro metastatico si diffonde nei polmoni, porta una prognosi molto riservata.

Per determinare la gravità del cancro del polmone nei cani, le fasi della progressione della malattia consentono ai medici di offrire ai proprietari un'idea migliore di cosa aspettarsi dopo che il loro animale riceve una diagnosi di massa polmonare.

  • Stage 1: La massa cancerosa si localizza in un'area specifica senza mostrare segni di diffusione ai linfonodi vicini o ad altri tessuti.
  • Stage 2: La massa cancerosa è aumentata di dimensioni ma non si è diffusa.
  • Stage 3: Il tumore è aumentato di dimensioni e mostra segni di diffusione ai linfonodi vicini e ad altri tessuti. 
  • Stage 4: Il cancro si diffonde agli altri organi ed è indicato come carcinoma polmonare allo stadio terminale nei cani.

Quali sono le cause?

Ricercatori e medici non hanno una ragione definitiva per ciò che provoca il cancro ai polmoni nei cani. Il fattore più comune che i cani che sviluppano il cancro ai polmoni hanno in comune è la vecchiaia. I cani di età superiore ai dieci anni hanno una maggiore prevalenza di cancro ai polmoni. 

Alcune razze soffrono di cancro ai polmoni più spesso di altre, come i boxer, i pastori australiani, i dobermann e i bovari birmani. Alcuni studi dimostrano che l'esposizione ad agenti cancerogeni come il fumo di sigaretta cronico può aumentare il rischio dei cani di sviluppare il cancro ai polmoni. 

Bull terrier triste

Blastomicosi contro cancro ai polmoni - Le differenze

La blastomicosi rispetto al cancro del polmone nei cani è una differenziazione critica quando ci si trova di fronte a radiografie del torace che mostrano opacità dei tessuti molli polmonari. 

La blastomicosi è un'infezione fungina che i cani raccolgono dal terreno o dalle foglie in decomposizione. È una zoonosi. Il fungo provoca lesioni piogranulomatose spesso osservate nei polmoni e nella pelle. Le spore vengono aerosolizzate e inalate dopo pioggia, rugiada o nebbia.

I sintomi della blastomicosi sono molto simili al cancro del polmone e possono includere quanto segue:

  • La perdita di peso.
  • Tosse non produttiva.
  • Appetito depresso.
  • Respirazione difficoltosa. 
  • Malattie oculari e lesioni cutanee.
  • Febbre. 

La condizione viene diagnosticata da biopsie o radiografie che mostrano noduli non calcificati, consolidamento polmonare e ingrossamento dei linfonodi bronchiali e mediastinici. È evidente un modello polmonare interstiziale nodulare diffuso, con masse dense osservate quando i linfonodi bronchiali si ingrossano. 

Il trattamento preferito è Itraconazolo per un minimo di 2 mesi. Solo il settanta percento dei cani si riprende completamente e l'altro venti percento tende ad avere episodi ricorrenti mesi o anni dopo la scomparsa dei sintomi clinici. 

La prognosi nei cani con malattia polmonare lieve è buona, ma nei cani con malattia polmonare grave o coinvolgimento neurologico la prognosi è infausta. 

Il cancro ai polmoni nei cani è doloroso?

Il cancro ai polmoni è doloroso perché provoca disagio e stress, soprattutto se un cane ha tosse cronica, vomito, respiro affannoso o distensione toracica. 

La ridotta perfusione di ossigeno nel sangue lascia anche il cane letargico e depresso. Il grado di dolore che prova un cane dipende dal tipo di cancro e dalla quantità di infiammazione nella cavità toracica. 

La qualità della vita di un cane è influenzata negativamente dal dolore quando sviluppa un cancro ai polmoni a causa delle complicanze secondarie associate alla malattia neoplastica. 

Qual è l'aspettativa di vita di un cane con cancro ai polmoni?

Quando un veterinario diagnostica il cancro ai polmoni nei cani, le stime sull'aspettativa di vita dipendono dallo stadio della malattia. Anche con una diagnosi di basso grado, la prognosi è spesso da molto riservata a infausta. 

Lo stadio 1-2 si riferisce a un tumore ben differenziato o di basso grado. Il tempo medio di sopravvivenza previsto è compreso tra dodici e sedici mesi con la sola chirurgia.

Gli stadi 3-4 sono tumori scarsamente differenziati o di alto grado. Il tempo medio di sopravvivenza previsto è di circa tre mesi con chirurgia e chemioterapia. 

Se un animale domestico non viene sottoposto a cure e i proprietari scelgono cure palliative, l'aspettativa di vita del paziente si riduce a settimane e la loro qualità di vita si deteriora rapidamente. 

Come viene trattato il cancro del polmone canino?

Le opzioni terapeutiche per il cancro del polmone nei cani sono limitate e molto costose. Il corso dell'azione dipende dal tipo e dallo stadio del cancro di cui soffre il tuo animale domestico.

La chirurgia per i tumori di basso grado è la migliore raccomandazione per rimuovere il lobo polmonare interessato. L'intervento è una procedura specialistica; la maggior parte dei cani lo tollera bene se non ha altre condizioni sottostanti, come malattie cardiache o renali. 

La radiazione stereotassica (SRS/SRT) è una nuova terapia che offre un approccio non chirurgico ai cani con tumori polmonari primari. La radiazione riduce il tumore se applicata direttamente all'area interessata e il trattamento mostra pochi effetti collaterali. Il trattamento non è curativo ma promette di migliorare l'aspettativa di vita di qualche mese in più. 

Si può prevenire?

Sfortunatamente, non esiste una causa definitiva del cancro ai polmoni nei cani, quindi non esiste una prevenzione comprovata. Gli integratori alimentari che riducono il danno ossidativo possono aiutare a scoraggiare il cancro. Idealmente, l'opzione migliore è assicurarsi che il cane eviti l'esposizione ad agenti cancerogeni come fumo passivo o pesticidi.  

Cancro polmonare metastatico nei cani

I medici diagnosticano cani con carcinoma polmonare metastatico più frequentemente rispetto ai cani affetti da tumori polmonari primari. Le principali aree di metastasi includono i lobi polmonari adiacenti, i linfonodi, il rivestimento della cavità toracica, le ossa e il cervello.

I tumori si diffondono attraverso il corpo attraverso il sangue o il sistema linfatico. Determinare il grado di metastasi aiuta a determinare se la chirurgia è un'opzione sicura o se il cancro del polmone si è diffuso troppo per essere sottoposto a trattamento o rimozione di successo.

Cane di Pomerania che dorme

Una Parola Finale

Il cancro del polmone nei cani è una diagnosi difficile da fare e trattare. Le opzioni terapeutiche limitate e il breve tempo di sopravvivenza rendono il cancro del polmone difficile da accettare. La qualità della vita di un cane dovrebbe sempre essere presa in attenta considerazione quando un proprietario considera le opzioni di trattamento.