La definizione, gli usi e i benefici della quercetina per i cani

Kaylee Ferreira

pubblicato da Dott.ssa Kaylee Ferreira

Aggiornato su

Il blog I Love Veterinary è supportato dai lettori e potremmo guadagnare una commissione dai prodotti acquistati tramite i link in questa pagina, senza costi aggiuntivi per te. Ulteriori informazioni su di noi e sul nostro processo di revisione dei prodotti >

Cos'è la quercetina per cani?

La quercetina è un pigmento vegetale naturale o flavonoide che si trova nelle piante. La quercetina per cani offre ampie proprietà antistaminiche, antinfiammatorie e antiossidanti. 

Frutta e verdura con un ricco pigmento vantano un'alta concentrazione di quercetina. Alcuni proprietari di animali domestici considerano la quercetina un antistaminico naturale per cani che è un ottimo aiuto nutrizionale animali che soffrono di allergie o pelle sensibile. 

Quercetina

Gli usi della quercetina per i cani

La quercetina viene spesso definita Benadryl della natura in quanto aiuta a regolare la risposta all'istamina del corpo associata ad allergeni e infiammazioni. Le istamine facilitano una reazione di ipersensibilità che crea arrossamento, gonfiore, prurito e talvolta anche dolore.

Le allergie spesso richiedono un approccio multimodale per regolare un sistema immunitario iperreattivo. I proprietari potrebbero non aver bisogno di tanti farmaci da prescrizione quando usano la quercetina per le allergie ai cani. 

Il prurito correlato alle allergie porta a molti problemi secondari dovuti a traumi autoinflitti da graffi cronici, morsi e leccate. Le infezioni batteriche e fungine possono causare dermatiti, con conseguente disagio. Le allergie influenzano la qualità della vita e della salute di un animale domestico e diventano molto frustranti per i proprietari.  

Alcune ricerche mostrano che insieme alle proprietà antistaminiche, il flavonoide quercetina contiene anche antiossidanti e polifenoli che mostrano risultati promettenti nel limitare la crescita di specifiche cellule tumorali. 

L'uso della quercetina nei tumori dei mastociti canini mostra risultati promettenti grazie alle sue proprietà antistaminiche specifiche. I tumori dei mastociti si presentano comunemente come cancro della pelle, ma possono verificarsi anche nella milza e nel fegato. Il tumore ha più mastociti che rilasciano istamine provocando ulcere allo stomaco, eruzioni cutanee o persino problemi respiratori. 

Ulteriori applicazioni della quercetina includono la gestione del peso, la gestione delle condizioni cardiache e il supporto per la salute delle ossa. La quercetina abbassa la pressione sanguigna e diminuisce gli effetti delle lipoproteine ​​a bassa densità, note come colesterolo cattivo. 

Il corretto dosaggio di quercetina per i cani

I proprietari devono consultare un veterinario per discutere di quanta quercetina per i cani fornirà un risultato sicuro ed efficace. È anche essenziale elencare tutti gli altri farmaci che il tuo animale domestico assume per garantire l'assenza di controindicazioni.

Una linea guida conservativa per il dosaggio della quercetina è compresa tra 0.0002 e 0.0004 once per libbra di peso corporeo (da 5 a 10 mg per 0.45 kg). L'intervallo di somministrazione è due volte al giorno, idealmente un'ora prima dell'orario di alimentazione o almeno tre ore dopo un pasto. 

Ci sono effetti collaterali noti?

Quando si utilizza la quercetina per i cani, gli effetti collaterali possono includere sintomi gastrointestinali come nausea o appetito depresso. 

I proprietari possono evitare questi effetti collaterali negli animali domestici sensibili non somministrando la quercetina a stomaco vuoto. È essenziale monitorare attentamente un animale domestico quando si inizia un nuovo farmaco. 

La quercetina è sicura per i cani?

I farmaci olistici spesso offrono un'ottima alternativa ai farmaci programmati se il tuo animale domestico è il candidato giusto. È sempre una buona idea discutere eventuali integratori o farmaci con il veterinario regolare del tuo animale domestico per assicurarti che non ci siano controindicazioni se il tuo animale domestico soffre di problemi di salute di base, come problemi ai reni. 

Le fonti sicure di quercetina includono quanto segue:

  • Prodotti integrativi registrati di rinomati produttori.
  • Frutta e verdura includono mirtilli, peperoni, lamponi, verdure a foglia verde scure, mele e broccoli. 

Cipolle e uva contengono alti livelli di quercetina ma sono tossici per i cani, quindi non includerli nella dieta del tuo cane. 

Cane randagio

Domande frequenti sulla quercetina per cani

I cani possono assumere la quercetina se sono in gravidanza o in allattamento? 

Sfortunatamente, i ricercatori non hanno stabilito la sicurezza della quercetina nelle cagne in gravidanza o in allattamento, quindi non la raccomandano per i cani da riproduzione. 

Che cos'è un prodotto di quercetina di buona qualità? 

I proprietari dovrebbero sempre cercare produttori rispettabili di farmaci olistici. Le aziende dovrebbero reperire gli ingredienti degli integratori in modo responsabile ed è meglio assicurarsi che i prodotti siano sottoposti a test di purezza tramite un'azienda di terze parti per convalidare la qualità del loro prodotto. Controllare sempre la concentrazione del farmaco olistico e seguire attentamente le istruzioni di dosaggio. 

Cosa dovrebbero evitare i proprietari nei prodotti a base di quercetina? 

Quando acquisti prodotti a base di quercetina, assicurati che non ci siano additivi o riempitivi dannosi. 

Gli ingredienti da evitare negli integratori includono sorbitolo, cellulosa, dolcificanti artificiali o aromi, coloranti alimentari e conservanti come zolfo e selenio.

È sicuro somministrare ai cani formulazioni di quercetina con bromelina?

Non sono note controindicazioni per la somministrazione di entrambi i prodotti insieme. Diversi prodotti combinano la quercetina con la bromelina per cani. La bromelina è un enzima proteolitico con una funzione aggiuntiva. 

La combinazione di quercetina e bromelina per cani con allergie lavora in sinergia per migliorare la qualità della vita dei cani affetti da infiammazione cronica. 

I vantaggi dell'utilizzo del prodotto

I benefici della quercetina per i cani ruotano attorno a tre effetti principali, secondo una ricerca dell'Università del Maryland. I benefici derivano dalla combinazione di regolazione del livello di istamina, protezione antiossidante e mediazione della risposta infiammatoria. 

Regolamento sulle allergie stagionali e ambientali 

L'introduzione di allergeni dall'ambiente porta a una reazione eccessiva del sistema immunitario in individui specifici con allergie. 

Il sistema immunitario riconosce l'allergene estraneo come una minaccia e rilascia molecole di istamina per eliminare il pericolo, che si traduce in una reazione allergica. L'aumento del flusso sanguigno al sito interessato porta a gonfiore, arrossamento e irritazione che possono manifestarsi come prurito, starnuti o lacrimazione. 

La quercetina aiuta a gestire il rilascio di istamina ed evitare una reazione eccessiva del sistema immunitario. La gestione dei livelli di istamina riduce la gravità e la frequenza delle reazioni allergiche. 

Benefici per la salute respiratoria 

Gli animali domestici che soffrono di malattie respiratorie legate alle allergie possono trarre notevoli benefici dalla quercetina. Le risposte avverse all'allergia delle vie aeree superiori come la broncocostrizione o l'aumento della produzione di muco si riducono drasticamente quando il corpo regola il rilascio di istamina. 

Azioni antiossidanti della quercetina nei cani

La quercetina riduce al minimo il numero di radicali liberi che circolano nel corpo dopo i normali processi metabolici. L'alleviamento dello stress ossidativo fornito dagli antiossidanti aiuta il corpo a ridurre i danni dei radicali liberi. 

Approccio farmacologico multimodale

Molti animali domestici allergici hanno spesso bisogno di farmaci immunosoppressori o immunomodulatori. Alcuni farmaci, come i corticosteroidi, hanno molteplici effetti collaterali, quindi alcuni veterinari possono scegliere di usare la quercetina per ridurre la frequenza o il dosaggio di alcuni farmaci. 

Il supporto nutrizionale è essenziale nei cani con allergie. La corretta miscela di ingredienti offre sostegno e nutrimento al derma, soprattutto quando è compromesso e pruriginoso. Ingredienti che leniscono e rafforzano la barriera cutanea contro gli allergeni aiutano a ridurre il prurito e introducono infezioni cutanee secondarie.

Discuti queste opzioni con il tuo veterinario prima di aggiungere o modificare i farmaci del tuo animale domestico.  

I diversi tipi di allergie canine

Il sistema immunitario è la difesa dell'organismo contro gli agenti patogeni; sfortunatamente, il sistema immunitario di alcuni individui sviluppa una risposta inappropriata che porta a un'attività eccessiva. La reazione eccessiva del sistema immunitario del corpo è nota come reazione di ipersensibilità. 

Le allergie canine rientrano nella classe di reazioni di ipersensibilità di tipo 1. Il meccanismo delle reazioni immunitarie di tipo 1 coinvolge i mastociti e gli anticorpi IgE. Gli allergeni si legano all'immunoglobulina-E (IgE) e innescano una risposta IgE-mediata che si traduce in una reazione locale o generalizzata. 

L'allergene e le IgE combinate si legano a un mastocita o a un basofilo, il che si traduce in un rilascio di massa di una miscela di mediatori dell'infiammazione, tra cui:

  • istamine.
  • leucotrieni.
  • proteasi.
  • Citochine.

Alcuni mediatori dell'infiammazione colpiscono la muscolatura liscia e il sistema vascolare, portando alla dilatazione dei vasi sanguigni, all'aumento del flusso sanguigno e alla contrazione di muscoli specifici nell'area interessata. Gli eosinofili sono globuli bianchi che fanno parte della via infiammatoria, aumentando drasticamente la circolazione al sito di reazione durante una risposta di tipo 1.

I sintomi osservati con le reazioni allergiche variano da arrossamento dovuto all'aumento del flusso sanguigno, gonfiore e orticaria, o in gravi reazioni allergiche, alcuni cani possono andare in piena anafilassi.

Localizzazione dei tipi di allergia

La classificazione delle allergie dipende da come o perché si verifica la reazione allergica. Le seguenti categorie influenzano una reazione allergica:

  1. Le ipersensibilità correlate agli allergeni si verificano quando i pazienti vengono esposti a un antigene che il loro corpo riconosce come una minaccia. Quando l'allergene si presenta una seconda volta al sistema immunitario, il corpo attiva una risposta per colpire l'allergene e distruggerlo. La saliva delle pulci o proteine ​​specifiche sono buoni esempi di allergeni a cui i cani diventano allergici.
  2. Il percorso attraverso cui l'allergene entra nel corpo influenza la localizzazione e la manifestazione dei sintomi. Le allergie da contatto si manifestano nell'area esposta all'allergene, come la pelle, e gli allergeni inalati provocano difficoltà respiratorie.
  3. L'insorgenza di un'allergia influisce sulla gravità della reazione e le ipersensibilità immediate sono più pericolose delle ipersensibilità ritardate. 
  4. I sintomi clinici si localizzano intorno all'area interessata e aiutano a determinare l'origine dell'allergene. I sintomi gastrointestinali, la dermatite o la bronchite sono comuni effetti collaterali legati all'allergia. 
  5. L'atopia e i disturbi endocrini possono essere ereditati e sono difficili da trattare e diagnosticare senza test approfonditi e farmaci costosi. 

Allergie ambientali

La causa delle allergie nei cani può essere ambientale e stagionale, a seconda dell'origine dell'allergene. Gli allergeni ambientali possono includere pollini, erbe, semi, inquinamento, pesticidi, detergenti, materiali da costruzione o determinati tessuti.

Determinare la causa esatta di un allergene ambientale è costoso e richiede tempo. Un attento monitoraggio del paziente e una storia clinica approfondita aiutano a escludere allergeni specifici se un proprietario controlla diligentemente il proprio animale domestico. 

Sono disponibili test allergologici per identificare gli allergeni negli animali domestici. Un veterinario preleva un campione di sangue dal tuo animale domestico per eseguire il test radioallergosorbente o RAST. Questo test aiuta a identificare i fattori scatenanti delle allergie. I proprietari possono considerare di limitare l'esposizione del loro animale domestico agli allergeni o considerare un trattamento di iposensibilizzazione. 

Il test intradermico (IDT) verifica indirettamente la reattività dei mastociti a causa delle IgE. Un veterinario deve conoscere gli esatti allergeni regionali per interpretare accuratamente un IDT. Il National Allergy Bureau, i dermatologi veterinari e le scuole veterinarie della zona offrono le migliori risorse per ottenere gli allergeni regionali suggeriti. 

Allergie alimentari 

I cani che soffrono di allergie alimentari sviluppano sintomi come vomito cronico, diarrea, gengive infiammate, gonfiore o arrossamento delle orecchie e perdita di peso. L'allergene che causa il problema varia dai cereali alle proteine ​​animali come pollo, manzo o latte. Una prova dietetica è spesso l'unico modo per escludere la causa scatenante delle allergie se i proprietari rifiutano i test allergici. 

Alimenti per cani per cani con allergie cutanee raccomandato dai veterinari può essere un alimento terapeutico con una singola nuova proteina o un alimento con proteine ​​idrolizzate. 

Una nuova dieta proteica descrive alimenti con una proteina unica non comunemente utilizzata nelle formulazioni nutrizionali per animali domestici. Queste proteine ​​comportano un minor rischio di reazioni avverse nei cani ipersensibili.

Una dieta proteica idrolizzata utilizza aminoacidi delicatamente scomposti in frammenti per evitare il rilevamento del sistema immunitario.

Dermatite atopica

L'atopia è una diagnosi di esclusione quando un animale domestico è refrattario a tutti gli altri trattamenti. Questa condizione si verifica frequentemente in individui geneticamente predisposti con malattie della pelle infiammate e pruriginose. 

L'atopia è una condizione dolorosa e debilitante se non trattata, che spesso determina un significativo deterioramento della qualità della vita dell'animale.

Prima che un medico consideri l'atopia, sono necessari alcuni passaggi di base per escludere altre diagnosi.

Passi di base per escludere l'origine delle allergie in un cane che prude:

  1. Allergia al morso delle pulci: assicurati che l'animale che prude, tutti gli animali domestici e l'ambiente domestico siano privi di pulci.
  2. Ectoparassiti: gli acari causano un forte prurito, quindi assicurati che gli animali domestici siano aggiornati con un controllo esterno dei parassiti efficace contro gli acari. 
  3. Piodermite e Malassezia – infezioni batteriche e infezioni da lieviti come Staphylococcus pseudointermedius e malassezia causare forte prurito e possono oscurare i trattamenti allergici se non completamente eliminati.
  4. Reazioni avverse al cibo canino: un rigoroso rispetto della dieta è fondamentale quando si tratta un cane con sospette allergie alimentari.

Le presentazioni cliniche dell'atopia variano a causa di fattori genetici, gravità della lesione, infezioni cutanee secondarie e altre malattie simili. La variazione rende molto difficile per i veterinari diagnosticare rapidamente l'atopia senza test approfonditi e studi clinici con varie diete e farmaci.

Per diagnosticare l'atopia, i medici devono escludere qualsiasi altro potenziale disturbo della pelle simile ai sintomi della dermatite atopica. I veterinari richiedono una storia clinica dettagliata e un esame fisico per determinare se un paziente ha l'atopia. I medici possono richiedere test diagnostici come un esame emocromocitometrico completo, biochimica e test di allergia sierica IgE intradermica e allergene-specifica. 

Cane che prude

Punti chiave

Non lasciare che un cane allergico ti entri sotto la pelle. I proprietari che usano la quercetina per cani con allergie spesso vedono grandi benefici se usata insieme alla bromelina e alle attente istruzioni dei loro veterinari. 

I cani allergici si presentano spesso ai veterinari con proprietari frustrati. Le allergie influenzano non solo la qualità della vita di un animale domestico, ma anche la qualità della vita del loro proprietario. Le notti insonni, le spese veterinarie costose e i farmaci cronici spesso scoraggiano i proprietari di animali domestici. Le allergie sono impegnative, ma non sei solo. 

Cercare di controllare il sistema immunitario iperreattivo di un cane pone molteplici sfide. Determinare la causa esatta delle allergie richiede tempo, impegno, osservanza rigorosa, numerose visite veterinarie e costi elevati per test diagnostici e sperimentazioni. 

I farmaci olistici offrono un'ottima alternativa ai farmaci da prescrizione se usati in consultazione con il veterinario presente. Una buona alimentazione, una forte barriera cutanea e corrette abitudini di toelettatura aiutano a mantenere la pelle di un animale felice e sana.

La condivisione è la cura!

Kaylee Ferreira

AUTORE

La dottoressa Kaylee Ferreira, una veterinaria sudafricana di Johannesburg, eccelle in diversi ruoli veterinari. Fondatrice di Kubuntu Veterinary Services, è un'amante degli animali e un'avventuriera.

raccomandato

pediatrico per cani

Pedialyte per cani: aggiornato al 2024

8 min letto

Iscriviti alla nostra Newsletter

Lascia la tua email qui sotto per unirti alla squadra I Love Veterinary e goditi notizie regolari, aggiornamenti, contenuti esclusivi, nuovi arrivi e molto altro!