La gravità dell'anemia nei gatti

Cos'è l'anemia nei gatti? 

L'anemia si verifica quando la concentrazione di globuli rossi nel sistema circolatorio è inferiore al previsto. I veterinari considerano l'anemia nei gatti una condizione grave. La concentrazione standard di globuli rossi di un gatto del 25-45%. 

I veterinari si riferiscono alla concentrazione di globuli rossi come volume di cellule impaccate (PCV) o ematocrito. Un valore di PCV inferiore al 25% indica che un gatto è anemico. 

Simpatico gattino

Puoi curare l'anemia felina in modo naturale?

Il midollo osseo produce globuli rossi (RBC), che entrano in circolo una volta maturi. La responsabilità principale dei globuli rossi è il trasporto di ossigeno e sostanze nutritive in tutto il corpo. 

La durata della vita di un RBC è di circa settanta-ottanta giorni, ma se vengono compromessi, il corpo impiega circa due settimane per sostituirli. 

Esistono diverse cause di anemia con varie opzioni di gestione medica, comprese alternative olistiche per i proprietari che si chiedono come trattare l'anemia nei gatti in modo naturale. 

Quali sono i segni e i sintomi?

I globuli rossi producono il colore rosa che i proprietari osservano quando osservano il colore delle gengive del loro animale domestico. I cambiamenti nel colore delle gengive possono anche essere dovuti alla diminuzione della pressione sanguigna, ma un colore delle gengive rosa cinereo o bianco è un chiaro indicatore di un grave problema nel sistema circolatorio. 

Quando i veterinari indagano sull'anemia nei gatti, i sintomi che i proprietari potrebbero notare includeranno quanto segue: 

  • Hanno livelli di energia diminuiti.
  • Mostrano un interesse ridotto per il loro ambiente, l'esercizio fisico o le attività di gioco. 
  • Aumento degli intervalli di sonno. 
  • I cambiamenti si verificano nel colore delle gengive di un gatto, nella parte bianca dell'occhio (sclera) o nelle palpebre. I cambiamenti di colore associati all'anemia vanno dal rosa pallido al bianco, ma il giallo è anche un segno di anemia nelle fasi successive a causa della rottura dei vecchi globuli rossi.
  • Se ci sono globuli rossi insufficienti, il corpo non può ricevere abbastanza ossigeno e alcuni gatti inizieranno ad ansimare, respirare con la bocca aperta e sviluppare un aumento della frequenza cardiaca.  
  • Nei casi di anemia allo stadio terminale si verificano anche vomito e feci pastose di colore nero scuro. 

Le cause dell'anemia nei gatti

Le cause dell'anemia dipendono da quale condizione di salute porta alla diminuzione dei globuli rossi. 

Le tre condizioni predominanti includono quanto segue:

  • La distruzione dei globuli rossi.
  • La perdita di globuli rossi.
  • L'incapacità di produrre nuovi globuli rossi.

La distruzione dei globuli rossi

Ci sono diversi motivi per cui i globuli rossi subirebbero la distruzione nel sistema circolatorio. Questa distruzione rompe i globuli rossi prima che il corpo possa ricostituire la riserva a meno che un veterinario non diagnostichi e tratti la causa.

Le cause infettive della distruzione dei globuli rossi derivano dal sistema immunitario del corpo che riconosce gli agenti patogeni all'interno della cellula e quindi la prende di mira per la distruzione. Alcuni parassiti provocano anche la rottura dei globuli rossi dopo la replicazione, rilasciando così più parassiti in circolazione. 

Le principali cause infettive nei gatti includono Micoplasma haemofelis, Mycoplasma emominuto, Babesia felis e Cytauxzoon felis.

Il sistema immunitario di un gatto può distruggere i globuli rossi in presenza di una malattia autoimmune. Il corpo attacca le proprie cellule, scambiandole per agenti patogeni estranei, portando all'anemia. L'anemia emolitica immuno-mediata nei gatti è una condizione con gravi implicazioni per la salute e non è sempre facile da trattare.

Il cancro, il virus della leucemia felina e alcune sostanze chimiche o tossine possono potenzialmente innescare una reazione autoimmune. 

Le tossine che causano l'anemia nei gatti includono aglio, cipolle, zinco, paracetamolo o paracetamolo. Queste tossine causano danni ossidativi ai globuli rossi che provocano la loro rottura, spesso portando a terribili complicazioni per cuore, polmoni e reni: il danno ossidativo provoca l'anemia da corpi di Heinz nei gatti.

La perdita di globuli rossi

La perdita di sangue provoca anemia diminuendo il volume del sangue nel sistema circolatorio. Le cause più comuni di perdita di sangue sono traumi con conseguenti emorragie significative, disturbi della coagulazione, infezioni parassitarie interne o esterne e cancro.

L'anemia da pulci nei gatti è la forma più diffusa di anemia nei gattini. Zecche e vermi come l'anchilostoma parassitano il sangue dei gatti e gravi infestazioni provocano una riduzione significativa delle concentrazioni di globuli rossi.

Gatto calico

Mancata produzione di globuli rossi

La durata della vita di un globulo rosso è di sole due settimane e se il corpo non è in grado di produrre quantità adeguate di sangue per reintegrare le cellule morte, si instaura un'anemia drastica. Questa anemia è grave e necessita di cure veterinarie il prima possibile.

I fattori che influenzano la produzione di globuli rossi includono malattie croniche, patologie del midollo osseo, cancro o sostanze chimiche tossiche. 

I diversi tipi di anemia felina

I medici si riferiscono ai due tipi di anemia come rigenerativa o non rigenerativa. Quando si confronta l'anemia rigenerativa con quella non rigenerativa, la differenza più evidente è la prognosi. La maggior parte delle anemie non rigenerative ha una prognosi infausta.

L'anemia rigenerativa indica che il corpo può reintegrare i globuli rossi persi attraverso l'eritropoiesi. Le cellule possono mostrare segni di cellule premature, note come reticolociti, che vengono espulse dal midollo a causa dell'aumento della domanda. Un alto numero di reticolociti indica una risposta appropriata per combattere la perdita di globuli rossi.

La maggior parte delle anemie rigenerative si verificano a causa di perdita di sangue acuta o cronica e miglioreranno se trattate in modo appropriato. 

L'anemia non rigenerativa nei gatti si verifica quando non c'è una risposta adeguata del midollo osseo al livello ridotto di globuli rossi. Se il midollo osseo è compromesso o il corpo non può produrre messaggeri adeguati per innescare l'eritropoiesi, il corpo non può correggere lo stato di anemia. 

I reni producono eritropoietina, l'ormone che attiva la produzione di sangue nel midollo osseo. Se i reni vengono compromessi a causa di insufficienza renale o danno renale acuto, la produzione di globuli rossi diminuisce in modo significativo. 

Alcuni tumori colpiscono anche il midollo osseo; se non c'è risposta del midollo osseo, i veterinari possono considerare l'anemia aplastica nei gatti.

Qual è il tempo medio di recupero?

Quando si tratta l'anemia nei gatti, il tempo di recupero dipende dalla gravità e dalla causa. I gatti con anemia avanzata richiedono il ricovero in ospedale, test approfonditi e una trasfusione di sangue. La maggior parte delle degenze ospedaliere va da due a sette giorni. Prima viene diagnosticato un gatto anemico, migliore è il risultato.

Come viene testata e diagnosticata l'anemia nei gatti?

Esistono diverse cause di anemia nei gatti, quindi un veterinario dovrà eseguire diversi test per cercare di determinare la patologia sottostante. Il test principale è la misurazione della concentrazione di globuli rossi con un esame emocromocitometrico completo per quantificare l'ematocrito o il PCV. Un veterinario considera il gatto anemico se questo valore è inferiore al 25%. 

I seguenti test aiutano a indagare sulla causa dell'anemia:

  • Esame fisico e storia clinica per considerare parassiti esterni o possibile esposizione a tossine.
  • Esame dello striscio di sangue da parte di un patologo. 
  • Chimica del siero, bilanci elettrolitici e analisi delle urine.
  • Flottazione fecale per escludere parassiti interni.
  • La diagnostica per immagini, come radiografie o ultrasuoni, controlla la presenza di sanguinamento attivo o masse. 
  • Test del virus della leucemia felina e del virus dell'immunodeficienza felina.
  • Biopsia del midollo osseo. 

Il veterinario curante determina il numero di test eseguiti in base ai risultati della banca dati medica minima e ai sintomi clinici. 

In che modo i veterinari curano la condizione?

Di fronte a una condizione di salute complessa, i proprietari potrebbero chiedersi: "Come si cura l'anemia nei gatti?"

Se l'anemia è pericolosa per la vita, i veterinari possono raccomandare una trasfusione di sangue. I gatti hanno due gruppi sanguigni, A e B, ed è essenziale ottenere il giusto gruppo sanguigno prima di una trasfusione per evitare una reazione immunitaria avversa. È fondamentale prelevare campioni prima della trasfusione per poter diagnosticare le possibili cause dell'anemia. 

Una volta stabile, il veterinario inizierà a gestire i sintomi e, una volta che il veterinario avrà fatto una diagnosi, potrà attuare un piano di trattamento. Il trattamento dipende dalla causa scatenante, ma la maggior parte dei protocolli non correlati al trauma include steroidi, antibiotici, farmaci gastroprotettori e possibili trattamenti interni o parassita esterno controllare. 

Se il trauma è la causa, il trattamento dell'anemia del gatto richiede l'arresto dell'emorragia con un intervento chirurgico o un bendaggio compressivo. Le trasfusioni di sangue, la fluidoterapia e la somministrazione di ossigeno si verificano se il paziente è gravemente compromesso o in shock ipovolemico. 

La gestione della malattia renale cronica dipende dallo stadio della compromissione renale, ma la maggior parte dei trattamenti comprende l'integrazione dietetica, i farmaci per la pressione sanguigna e i gastroprotettori. L'uso di farmaci per simulare l'eritropoietina può aiutare a migliorare temporaneamente l'anemia.  

A causa della gravità della condizione, la maggior parte dei veterinari non sostiene un trattamento olistico per l'anemia nei gatti. 

Gatto che fa una faccia

Cosa succede se l'anemia felina non viene curata?

La maggior parte dei gatti soccomberà alle complicazioni secondarie dell'anemia se un proprietario non interviene e cura la condizione. 

La prognosi e l'esito

L'esito di ogni caso di anemia dipende dalla capacità di un individuo di rispondere al trattamento. I gatti hanno una buona prognosi se la condizione viene diagnosticata precocemente e trattata in modo efficace. 

I gatti con grave anemia causata da cancro, malattie autoimmuni o tossine hanno una prognosi più riservata. Il potenziale per degenze ospedaliere prolungate e frequenti e farmaci cronici è una grande realtà per i gatti con anemia cronica.

Punti chiave

L'anemia nei gatti necessita di cure veterinarie immediate poiché l'intervento precoce e il trattamento miglioreranno notevolmente l'esito della condizione se i medici possono trattarla in modo efficace.