Perché i cani ansimano? E quando è un segno di qualcosa di più SERIO?

Alianna Munakata

pubblicato da Alianna Munakata

Aggiornato su

Il blog I Love Veterinary è supportato dai lettori e potremmo guadagnare una commissione dai prodotti acquistati tramite i link in questa pagina, senza costi aggiuntivi per te. Ulteriori informazioni su di noi e sul nostro processo di revisione dei prodotti >

Perché il mio cane ansimante? 

Hai mai guardato il tuo cane e ti sei chiesto: "Perché il mio cane ansimante?". La risposta si trova dietro una domanda più grande, "perché i cani ansimano?". Bene, lascia che ti guidiamo attraverso l'argomento sperando che tu abbia la tua risposta e altre informazioni pertinenti che potrebbero esserti utili. 

Cane bianco che ansimava

Le ragioni dietro i cani che ansimano

Le ragioni per ansimare possono essere:

  1. Omeostatico (regolazione della temperatura)
  2. Behavioral
  3. Chemical
  4. Medicale

1. Omeostatico 

L'ansimare è una parte del meccanismo di raffreddamento del corpo nei cani. I cani hanno due tipi di ghiandole sudoripare chiamate ghiandole sudoripare merocrine e ghiandole sudoripare apocrine. Le ghiandole sudoripare merocrine si trovano nelle zampette e le ghiandole sudoripare apocrine si trovano nella pelle in tutto il corpo.

Le ghiandole sudoripare merocrine vengono attivate in risposta al calore e rilasciano acqua (sudore) per evaporare, che è simile alle ghiandole sudoripare negli esseri umani. Le ghiandole sudoripare apocrine, tuttavia, sono più un rilascio di feromoni. Pertanto, il loro ruolo principale è una secrezione di feromoni e non comporta l'evaporazione del sudore o l'azione come meccanismo di raffreddamento.

Poiché le ghiandole sudoripare merocrine si trovano solo nelle zampette, le ghiandole sudoripare dei cani non sono abbastanza efficienti da rimuovere il calore in eccesso dal corpo da sole, a differenza degli umani.

L'ansimare aumenta l'evaporazione dell'umidità nelle mucose dei passaggi nasali, della bocca e dei polmoni spostando rapidamente l'aria dentro e fuori.

2. Comportamentale

Stress, dolore ed eccitazione sono i fattori psicologici che innescano cambiamenti fisiologici nel corpo, stimolando principalmente le ghiandole surrenali a rilasciare cortisolo e adrenalina. Ciò si traduce, tra le altre cose, in un aumento del comportamento respiratorio. 

Condizioni mediche che colpiscono le ghiandole surrenali e la regolazione degli ormoni dello stress come La malattia di Cushing (Iperadrenocorticismo) e il morbo di Addison (Ipoadrenocorticismo) hanno quindi un impatto sulla respirazione del cane.

3. Chimica

Alcuni farmaci veterinari possono scatenare l'ansimare come effetto collaterale. Ad esempio, farmaci steroidei come prednisolone sono comunemente noti per influenzare la respirazione e i cani che assumono questi farmaci possono essere visti ansimare di punto in bianco. 

Le reazioni allergiche a determinati stimoli possono provocare respirazione eccessiva, dispnea o ansimare. Questo è noto come asma del cane ed è dovuto a un'infiammazione delle vie respiratorie. Questa risposta infiammatoria provoca restringimento e spesso spasmi dell'area e rende più difficile la respirazione. 

Ci sono diversi tipi di allergie che i cani possono acquisire. Le allergie alimentari sono comuni, ma ci sono anche allergie ambientali e allergie cutanee. 

L'esposizione a determinate sostanze tossiche può portare ad anomalie respiratorie come l'ansimare. Le vie di esposizione possono essere ingestione, inalazione, contatto cutaneo e iniezione.

4. medico

Il tratto respiratorio è costantemente sotto pressione in condizioni mediche come malattie respiratorie, paralisi laringea, trachea collassante, malattie cardiache, anemia e obesità. Pertanto, l'ansimare è un evento più frequente per i cani con queste condizioni.

Sfortunatamente, alcune razze sono predisposte a soffrire delle suddette condizioni più di altre razze.

  • La malattia di Cushing: Boston terrier. Bassotti, Barboncini e Yorkshire Terrier.
  • morbo di Addison: Bearded Collie, Great Danes, Labrador retriever, Leonberger, Nova Scotia Duck Tolling Retriever, Portoghesi Waterdog e Standard Poodles.
  • Malattie respiratorie: Razze brachicefale (razze dal muso corto dal muso piatto) come Boxer, Bulldog, Pechinese e Carlino.
  • Paralisi laringea: Setter irlandesi e Labrador Retriever.
  • Trachea collassante: Chihuahua, Lhasa Apsos, Pomerania, Shih Tzu, barboncini giocattolo e Yorkshire terrier.
  • Malattie cardiache: Cocker spaniel, Springer Spaniel inglesi, Boxer, Doberman Pinscher, Great Danes, Irish Wolfhound, Portoghesi Waterdog e Saint Bernards.
  • Anemia: Cocker Spaniel, Collie, Doberman Pinscher, Springer Spaniel inglesi, Setter irlandesi e Barboncini standard.
  • Obesità: Beagle, Golden Retriever, Labrador Retriever, Carlini e Staffordshire Bull Terrier.

Cos'è l'ansimare nei cani?

L'ansimare è un'azione di respirazione a bocca aperta da moderata a rapida in cui la lingua è semisporgente. È caratterizzato da una frequenza respiratoria più veloce del normale, che dovrebbe essere compresa tra 20 e 30 respiri al minuto. Le razze più corte e dalla faccia piatta (es. Bulldog, Carlini, Boxer) ansimano più forte e più frequentemente rispetto ad altre razze poiché possiedono un palato molle allungato che può ostruire il tratto respiratorio superiore.  

Piccolo cane ansimante

Le differenze tra ansimare normale ed eccessivo

L'eccessivo ansimare è più frequente, costante (dura più di diversi minuti senza una pausa significativa) ed è classificato come respiro pesante/faticoso piuttosto che respirazione normale. Si verifica spesso in concomitanza con l'ipersalivazione e lo scolorimento (rosa pallido o blu) della lingua e della membrana mucosa.

Un cane con ansimante eccessivo può essere depresso o irrequieto e può mostrare tremori corporei/scuote.

Cosa devo fare se il mio cane ansima troppo?

Un ansimante eccessivo può portare a ipoventilazione e insufficiente apporto di ossigeno/scambio d'aria.

Se possibile, allontana il tuo cane dalla situazione che potrebbe averlo fatto ansimare eccessivamente il prima possibile. Potrebbe trattarsi di una luce intensa, calore eccessivo, traffico intenso e qualsiasi stimolo che può essere stressante, doloroso o eccessivamente eccitante.

L'importante è mantenere il cane calmo, evitare che l'ansimare peggiori e metterlo in una stanza tranquilla, fresca e buia.

Se si sospetta che il tuo cane abbia ansimante/colpo di calore indotto dal calore, raffreddalo bagnando accuratamente il corpo. Puoi offrire dell'acqua se sono in grado di ingoiarla.

Cosa significa quando il mio cane ansima di notte?

Che ne dici di ansimare di notte? È normale? Dobbiamo preoccuparci? Beh, tutto dipende. Potrebbe essere un effetto collaterale del farmaco se il tuo cane sta attualmente assumendo farmaci che provocano una respirazione eccessiva (ad es. corticosteroidi).

La stanza in cui dorme il tuo cane di notte potrebbe essere troppo calda e causare un ansimante indotto dal calore. Inoltre, il tuo cane potrebbe essere ansioso di essere separato dalla sua persona/oggetto preferito e quindi mostra un segno di ansia da separazione.

Possono tendere a consumare cibo troppo velocemente o a mangiare troppo a cena, causando disagio e dolore durante la notte.

Potresti pensare di apportare alcune modifiche per migliorare la situazione se la causa dell'ansimare è confermata e può essere sottomessa a casa senza alcun intervento veterinario.

Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti di aggiustamenti che possono migliorare le suddette situazioni.

Ansimare indotto da farmaci

  • Discuti con un veterinario della possibilità di utilizzare un farmaco alternativo senza effetti collaterali respiratori che il tuo cane può invece assumere.
  • Discutere con un veterinario del programma di trattamento e del dosaggio.

Ansimare indotto dal calore

  • Impostare la temperatura ambiente (mantenere la temperatura ambiente) a circa 75.2 °F.
  • Aggiungi alcuni aiuti per il raffreddamento come una ventola e una ciotola d'acqua.
  • Assicurati che il tuo cane abbia accesso a un'area più fresca se diventa troppo caldo.
  • Designa un'altra stanza più fresca come camera da letto del tuo cane (se plausibile).
  • Controllare regolarmente la temperatura della stanza.

 Ansia da separazione

  • Modifica comportamentale mediante desensibilizzazione e controcondizionamento (questo spesso richiede l'assistenza di un comportamentista veterinario professionista)
  • Fai dormire il tuo cane nella stessa stanza con la sua persona/oggetto preferito (se plausibile).

 Sconvolgimento gastrico

  • Offrire cibo in a ciotola a lento rilascio o in un puzzle alimentare per evitare un consumo rapido.
  • Modificare il programma/frequenza di alimentazione.
  • Modifica della dieta (dopo aver discusso con un veterinario) 

Quando dovresti chiamare il veterinario?

Si consiglia di contattare una clinica veterinaria e consultare immediatamente un medico quando il cane mostra i seguenti segni:

  • Ansimare eccessivamente/anormalmente per un periodo superiore a diversi minuti senza una pausa significativa e senza successo nell'allentamento.
  • Aumento dell'intensità del respiro.
  • Mostrando anche altri segni anormali.
  • Sospettato di essere esposto a una tossina o un allergene. 

Il personale veterinario vorrebbe sapere cosa ti ha spinto a contattarlo, ed è essenziale che tu possa descrivere la situazione attuale che ti riguarda nel modo più dettagliato possibile.  

In questo modo, sarebbero in grado di informarti se il tuo cane richiede cure mediche urgenti di emergenza o cure mediche non urgenti. In ogni caso, sarebbe probabilmente raccomandato un controllo veterinario. 

Felice cane ansimante
Perché i cani ansimano? E quando è segno di qualcosa di più SERIO? I Love Veterinary - Blog per veterinari, tecnici veterinari, studenti

Conclusione

La linea di fondo è che i cani ansimano per molte ragioni diverse nella loro vita di tutti i giorni. Pertanto, come proprietario di un cane è fondamentale comprendere i ruoli naturali dell'ansimare nei cani e le differenze tra ansimare normale e anomalo in modo da poter agire tempestivamente in caso di emergenza. 

La condivisione è la cura!

Alianna Munakata

AUTORE

Alianna ha costruito una solida base educativa per integrare la sua vasta esperienza pratica nel campo della medicina veterinaria. Ha conseguito un certificato nazionale neozelandese in infermieristica veterinaria, conseguito presso il Politecnico di Otago nel 2012. Inoltre, si è laureata in tecnologia veterinaria presso la Massey University, Nuova Zelanda, nel 2015. Il suo impegno nell'ampliare le sue conoscenze è evidente attraverso la sua qualifiche avanzate in infermieristica veterinaria, con particolare attenzione ai rettili e agli anfibi, ai piccoli mammiferi e alla manipolazione dei serpenti velenosi.

raccomandato

Iscriviti alla nostra Newsletter

Lascia la tua email qui sotto per unirti alla squadra I Love Veterinary e goditi notizie regolari, aggiornamenti, contenuti esclusivi, nuovi arrivi e molto altro!