Calicivirus felino: tutto ciò che devi sapere a riguardo

Aggiornato su

Il blog I Love Veterinary è supportato dai lettori e potremmo guadagnare una commissione dai prodotti acquistati tramite i link in questa pagina, senza costi aggiuntivi per te. Ulteriori informazioni su di noi e sul nostro processo di revisione dei prodotti >

Hai mai visto un gatto starnutire? La maggior parte delle persone lo considererebbe carino. Ma è importante essere consapevoli che può essere un sintomo di una grave infezione delle vie respiratorie superiori. Uno dei più comuni di quelli nei gatti è l'infezione da calicivirus felino. Ma quali sono i sintomi, come si cura e come si previene? Dai una lettura qui sotto! 

Come si diffonde il Calicivirus?

Una delle cose più importanti da sapere sul Calicivirus è che è molto contagioso. Il virus viene diffuso dai gatti infetti nella saliva e nelle secrezioni oculonasali. O durante la malattia acuta, da tutti i tipi di fluidi corporei. 

Goccioline da a starnutire da un gatto può diffondersi più di 4 piedi. Fortunatamente, però, gli studi dimostrano che la vera trasmissione di aerosol tra gatti è improbabile. Questo perché i gatti non sono in grado di generare il volume corrente necessario per un'efficace infezione da aerosol. L'infezione è invece molto probabile che avvenga quando c'è un contatto diretto tra due gatti. Trasmissione fomite è un altro mezzo molto comune di diffusione del Calicivirus. Ciò significa che se il tuo gatto si trova vicino a un gatto infetto, è molto probabile che contragga anche l'infezione da Calicivirus.

Gatto che starnutisce, Calicivirus felino - I Love Veterinary

Un altro problema con Calicivirus è anche che a volte può essere asintomatico. Ciò significa che, nonostante l'infezione, i gatti non mostrano sintomi. Così come i gatti eliminati. Ciò significa che i gatti che sono stati malati e da allora si sono ripresi, possono anche perdere il Calicivirus, fino a 75 giorni dopo il recupero. Il rischio di infettare gli altri è minimo. Poiché dal gatto provengono meno fluidi corporei, ma il rischio è ancora lì. 

Quindi, cosa significa tutto questo per il rischio di infezione? Significa che dovresti sempre essere consapevole del rischio che il tuo gatto prenda il Calicivirus. Soprattutto se hai una fitta popolazione di gatti nella tua zona. Ma la buona notizia è anche che gli studi dimostrano che il rischio reale è inferiore a quello che sembrerebbe. Il virus sembra essere troppo instabile per diventare mai veramente endemico negli Stati Uniti e in qualsiasi altra regione. È comunque qualcosa da tenere d'occhio e conoscere i sintomi è importante!

Quali sono i segni clinici di un'infezione da calicivirus? 

Una volta che un gatto viene esposto, ci sarà un periodo di incubazione. Significa il periodo in cui non ci sono ancora sintomi. Questo durerà da 2 a 6 giorni prima che il gatto sviluppi sintomi clinici. In seguito, i sintomi inizieranno a comparire, spesso dal giorno 14 al giorno 21. 

Quindi, quali sono i segni clinici e i sintomi di un'infezione da Calicivirus? Ce ne sono alcuni a cui prestare attenzione, ma qui ci sono alcuni dei più comuni.

Infezione acuta delle vie respiratorie superiori 

Un'infezione da Calicivirus causa più spesso sintomi delle vie respiratorie superiori. Segni tipici di questo includono: 

  • starnuti 
  • Secrezione nasale 
  • Secrezione oculare 
  • Congiuntivite 
  • Ulcerazioni della lingua 

Oltre a sintomi sistemici come letargia, inappetenza e febbre. 

Gatto che mostra la lingua con gengivite e stomatite, segni clinici di un'infezione da calicivirus

Gengivite e stomatite

Quasi tutti i gatti con gengivite cronica hanno qualche Calicivirus presente. Non è una malattia completamente compresa nei gatti, ma sembra che il Calicivirus abbia un ruolo.

Sindrome zoppicante

Nei gatti giovani, il Calicivirus a volte può causare infezioni alle articolazioni: l'artrite. Questo farà sì che il gatto inizi a zoppicare. Essendo questo l'unico sintomo presente. Fortunatamente lo zoppicare spesso passa, ma può essere molto scomodo per il gatto. 

Calicivirus felino sistemico virulento

Il Calicivirus è un patogeno instabile, il che significa che si sviluppa nel tempo. Ciò significa anche che in rare occasioni compare un ceppo di Calicivirus molto più patogeno. Ciò sembra consentire al virus di stabilirsi in altri organi, cellule e vasi sanguigni. Ciò può causare sintomi e malattie gravi. Ad esempio polmonite, epatite ed edema sottocutaneo. Oltre a sanguinare dal naso e dall'intestino. Questi casi sono fortunatamente molto rari ma possono avere un tasso di mortalità molto alto. 

FCV non è sempre solo. Anche i ceppi lievi di Calicivirus felino possono combinarsi con altri agenti patogeni. Soprattutto Bordetella bronchiseptica e Panleucopenia felina. Ciò può causare malattie e morte ancora più gravi. Può anche causare una serie di nuovi sintomi. 

Anche alcuni gatti non mostrano sintomi. È quindi importante contattare sempre un veterinario se sospetti che il tuo gatto sia infetto da Calicivirus. O sono stati in contatto con un noto gatto infetto. Per curare il tuo gatto e dargli le migliori possibilità di guarigione e per evitare che infetti altri individui. 

Virus della panleucopenia felina, Calicivirus felino sistemico virulento - Amo la medicina veterinaria

Come viene diagnosticata l'infezione da Calicivirus? 

Una diagnosi presuntiva di Calicivirus viene spesso data sulla base dei sintomi clinici. Questi includono sintomi di infezione delle vie respiratorie superiori e ulcerazioni orali. Un medico dovrebbe ricordare però: non tutte le ulcerazioni orali sono causate dal Calicivirus. Né è sempre un sintomo presente nei gatti con Calicivirus.

Una diagnosi confermata avviene raccogliendo campioni di cellule dalla bocca, dal naso e dagli occhi. Successivamente sottoponendoli a un laboratorio. Qui per l'identificazione mediante PCR (reazione a catena della polimerasi) o colorazione immunoistochimica. 

Se un gatto mostra una zoppia acuta, radiografie può escluderne altre cause. Se non sono presenti altre cause per la condizione, viene spesso diagnosticato il Calicivirus. 

Come puoi trattare e gestire un'infezione da Calicivirus? 

Il Calicivirus spesso semplice colpisce i gatti. Significa che non ci sono infezioni o complicazioni secondarie. Spesso può essere trattata sintomaticamente a casa. Il trattamento dovrebbe essere sempre sotto la guida di un veterinario professionista. 

Alcuni trattamenti domiciliari includono: 

  • Farmaci topici per gli occhi: applicati agli occhi per trattare lo scarico 
  • Farmaci antinfiammatori: somministrati come iniezione una tantum dal veterinario o somministrati per via orale a casa. Dato se il gatto mostra sintomi di zoppia o altri dolori. 
  • Umidificazione: per eliminare la congestione nasale e delle vie aeree, alcuni gatti possono essere portati in un ambiente con maggiore umidificazione. Questo può ad esempio essere un bagno pieno di vapore. 
  • Cibo delizioso: i gatti con il naso congestionato hanno meno senso dell'olfatto. Che spesso provoca diminuzione dell'appetito. Per assicurarti che il tuo gatto mangi abbastanza, prova del cibo in scatola riscaldato. In casi estremi, an stimolante dell'appetito può essere prescritto al gatto. 
  • Antibiotici: Nei casi in cui il gatto è stato infettato secondariamente da batteri, possono essere prescritti antibiotici. Questo non influenzerà i patogeni virali. Aiuterà a eliminare le infezioni batteriche. O almeno impedire loro di complicare la malattia. Questo può essere particolarmente importante nei gattini. 

In casi estremi con sintomi gravi, può essere necessario il ricovero del gatto. Questo per fornire cure sintomatiche di emergenza. Questo includerà spesso ossigeno, fluidi e gestione del dolore. È tuttavia raro che ciò sia necessario. 

Virus dell'herpes

Come puoi disinfettare il Calicivirus dall'ambiente?

Come altri ceppi di virus, come parvovirus, Calicivirus non è avvolto. Ciò significa che è notoriamente resistente ai comuni disinfettanti. Può sopravvivere nell'ambiente fino a 28 giorni e anche più a lungo in ambienti freddi. Devi rimuoverlo attraverso la meccanica o l'inattivazione chimica. 

Gli alcolici regolari come i disinfettanti per le mani non sono affidabili per rimuovere il Calicivirus. Nemmeno la clorexidina. Ma la candeggina al 5% diluita in acqua ha dimostrato di essere efficace contro il Calicivirus. Uno di questi dovrebbe quindi essere sempre utilizzato per pulire superfici e strumenti se un gatto è stato nelle vicinanze. Soprattutto se il gatto è portatore di Calicivirus. O sospettato di essere un portatore. 

Nelle aree domestiche il perossido di idrogeno accelerato può ripulire le sostanze organiche. Ad esempio, secrezione nasale e oculare o altri fluidi corporei. Questo può essere utilizzato (con attenzione) anche su aree con moquette. 

C'è un modo per prevenire l'infezione? 

Come abbiamo stabilito, il Calicivirus è altamente contagioso. Anche i gatti che sembrano sani possono essere portatori. Quindi, può essere difficile impedire che il tuo gatto venga infettato. Impedire che abbia un contatto diretto con altri gatti può ridurre al minimo le possibilità. Tuttavia, questa non è sempre un'opzione e, anche in questo caso, puoi comunque portare a casa il virus. Perché è importante anche una buona igiene delle mani. 

Per fortuna però c'è un vaccino disponibile. Il vaccino contro il Calicivirus è nella maggior parte dei paesi a vaccino principale. Significato, quasi tutti i gatti domestici lo prendono da gattini. Spesso in combinazione con il vaccino contro l'herpesvirus felino-1. I gattini vengono vaccinati a 8 settimane, con richiami a 16 settimane e poi un richiamo ripetuto ogni 1-3 anni. 

La maggior parte dei ceppi vaccinali proteggere da molti ceppi di virus. Ma non proteggerà il tuo gatto da tutti loro. Dovrebbe aiutare a ridurre la gravità della malattia se il tuo gatto viene infettato. Oltre ad accorciare la durata della malattia, se il tuo gatto viene infettato. 

Gatto che si vaccina, come prevenire l'infezione da calicivirus felino - I Love Veterinary

Il Calicivirus può infettare altri animali domestici? 

Un gatto che ha il Calicivirus può infettare altri gatti. Ciò è particolarmente vero per gli altri gatti nella stessa famiglia. I gatti che sono vecchi, giovani o che hanno altre condizioni di salute sono più suscettibili. È quindi consigliabile isolare i gatti con sintomi. 

Il Calicivirus è molto specifico della specie per i gatti. Non è un rischio per i proprietari o altre specie di animali domestici in casa.

Sommario

Il Calicivirus felino è una malattia molto contagiosa ea volte molto complicata. Può causare sintomi che variano da lievi starnuti a gravi disturbi d'organo. Per la maggior parte dei gatti, fortunatamente è mite. Si risolverà con un po' di TLC (Tender, amorevole, cura). Soprattutto se i gatti sono vaccinati. In caso di dubbi, contattare il veterinario. Quindi si spera che il tuo amico peloso finisca presto di starnutire. Pronto a rientrare nel branco di gatti di famiglia.

La condivisione è la cura!

foto dell'avatar

AUTORE

Con un master in veterinaria conseguito presso l'Università di Copenaghen nel 2023, il percorso accademico di questo affermato scrittore è culminato in una tesi incentrata sulla "Fattibilità dell'uso degli ultrasuoni dell'addome per la diagnosi precoce dell'enterocolite necrotizzante nei suini neonati". Inoltre, la loro tesi ha approfondito l'intrigante argomento dell'"accumulo di mercurio nei cani da slitta groenlandesi". Al di là dei suoi risultati accademici, la sua passione per la salute degli animali si fonde perfettamente con il suo amore per la scrittura. Eccelle nell'armonizzare la precisione clinica con l'espressione letteraria, creando articoli che risuonano con il battito del cuore della sua professione veterinaria.

raccomandato

Punti caldi sui cani - Adoro la veterinaria

Punti caldi sui cani

5 min letto

Iscriviti alla nostra Newsletter

Lascia la tua email qui sotto per unirti alla squadra I Love Veterinary e goditi notizie regolari, aggiornamenti, contenuti esclusivi, nuovi arrivi e molto altro!