5 tumori trovati nell'anatomia del cane femminile

pubblicato da Amo la veterinaria

Aggiornato su

Il blog I Love Veterinary è supportato dai lettori e potremmo guadagnare una commissione dai prodotti acquistati tramite i link in questa pagina, senza costi aggiuntivi per te. Ulteriori informazioni su di noi e sul nostro processo di revisione dei prodotti >

I tumori nell'anatomia del cane femmina sono descritti come nuove escrescenze che sono anormali per natura e possono essere ulteriormente definite come benigne o maligne. I tumori possiedono la capacità di incontrollato e rapido proliferazione cellulare.

Un tumore benigno è un tipo di tumore che non invade il tessuto vicino e non metastatizza ad altri organi. I tumori maligni hanno la capacità di diffondersi dall'origine a praticamente ogni parte del corpo dove continuano a crescere e formare nuovi tumori in quel sito.

Nei canini, il sistema riproduttivo non viene risparmiato quando si tratta di tumori. Ogni parte del sistema riproduttivo, sia nei cani maschi che in quelli femmine, è soggetta allo sviluppo del cancro.

anatomia del cane femmina

Tumori mammari

Questi tumori sono più frequenti nelle femmine intatte ed estremamente rari nei cani maschi. Molto spesso, le due ghiandole mammarie posteriori sono coinvolte rispetto alle tre ghiandole mammarie anteriori.

Questi tumori appaiono come moduli singoli o multipli (1-25 cm) in una o più ghiandole. La superficie del nodulo è solitamente lobulata, di colore grigio, soda e talvolta contiene cisti piene di liquido. Possono esserci tumori mammari misti che possono contenere cartilagine o osso sulla superficie del taglio.

Ovariectomia generalmente diminuisce il rischio di sviluppare neoplasie mammarie. La sterilizzazione prima del primo estro riduce il rischio di tumori mammari allo 0.5% e dopo il primo estro all'8%. Le femmine sterilizzate dopo la maturità sono considerate allo stesso livello di rischio di sviluppare tumori mammari delle femmine intatte.

L'indicazione più comune di un tumore mammario è una massa palpabile sotto la pelle nell'area mammaria. Altri segni possono includere secrezione dalla ghiandola mammaria, ulcerazione della pelle sopra la ghiandola, gonfiore della ghiandola mammaria, dolore, inappetenza, perdita di peso e debolezza.

I tumori mammari sono quasi sempre trattati chirurgicamente. Le opzioni sono le seguenti: lumpectomia (rimozione della sola ghiandola tumorale), mastectomia semplice (rimozione della sola ghiandola interessata), mastectomia radicale modificata (rimozione della ghiandola tumorale insieme alle ghiandole che condividono lo stesso drenaggio linfatico e ai linfonodi associati) , e mastectomia radicale (rimozione dell'intera catena mammaria insieme ai linfonodi associati).

Finora, la chemioterapia non si è dimostrata un trattamento efficace per i tumori mammari nei cani.

tumore mammario su cane femmina nera

Tumori ovarici

I tumori ovarici sono molto rari nei cani. Quando si sviluppano, il più delle volte sorgono tra i quattro ei 15 anni di età. Ci sono tumori ovarici documentati in cani molto più giovani.

Questi tumori sono divisi in categorie in base alla loro origine cellulare. Possono essere tumori epiteliali, tumori delle cellule germinali e tumori delle cellule del cordone stromale sessuale.

Centro clinico per animali Iligan Dog and Cat Doctor
Tumori ovarici presso Iligan Dog and Cat Doctor Animal Clinical Center

Di solito, questi tumori non mostrano sintomi a meno che non crescano troppo. Quando diventano troppo grandi, possono produrre un accumulo di liquido cancerogeno nell'addome, liquido extra tra gli strati della pleura al di fuori dei polmoni o disfunzione ormonale.

Quando si verifica un aumento di estrogeni e progesterone, si verifica l'allargamento della vulva, secrezione simile al sangue, estro prolungato, alopecia e un basso numero di globuli rossi.

Il trattamento dei tumori ovarici consiste sempre nell'ovarioisterectomia e nella chemioterapia completa.

Tumori del tubo uterino in Anatomia del cane femminile

L'insorgenza di tumori nella tuba uterina è molto rara. Questi tumori sono generalmente di origine mesenchimale. I lipomi sono tumori rari della tuba uterina e si trovano sulla borsa ovarica. La massa ha le caratteristiche del tessuto adiposo maturo. Inoltre, nei cani sono stati segnalati adenocarcinomi.

Tumori uterini

Questi tumori nei cani sono il più delle volte benigni e molto rari. Di solito, si sviluppano in cani di mezza età o anziani che ovviamente non sono stati sterilizzati. Questi tumori si formano dalla muscolatura liscia uterina e dal tessuto epiteliale. Circa il 90% dei tumori ovarici viene diagnosticato come leiomiomi (benigni). Una piccola percentuale di cani ha la sfortuna di sviluppare la forma maligna: il leiomiosarcoma.

Molto spesso non ci sono segni di questi tumori, ma possono mostrare perdite vaginali, piometra, e infertilità. Il trattamento consiste sempre nella rimozione chirurgica dei tumori con un'ovarioisterectomia completa.  

Tumori vaginali e vulvari in Anatomia del cane femminile

alsation femminile con tumore vaginale

Questi tumori sono i secondi tumori più comuni che possono svilupparsi nelle cagne dopo i tumori della ghiandola mammaria. A differenza dei tumori mammari, le lesioni vaginali sono benigne, non cancerose e hanno origine dai tessuti muscolari lisci.

Il tipo più comune di tumori vaginali e vulvari riportati nei cani sono leiomiomi, fibroleiomiomi, fibromi, polipi, lipomi, adenomi, mixomi, mixofibromi e altri.

Ci sono anche tumori maligni, come il TVT (tumore venereo trasmissibile), adenocarcinomi, emangiosarcoma e tumore dei mastociti. Il i più suscettibili sono i cani non spruzzati che non hanno mai partorito di età compresa tra due e 18 anni.

I sintomi dei tumori vaginali o vulvari possono includere sanguinamento o secrezione vulvare, massa vulvare, disuria, ematuria, tenesmo, leccata eccessiva nella zona vulvare e distocia. Poiché è stato riscontrato che i tumori vaginali e vulvari sono ormono-dipendenti, il trattamento di scelta è un'ovarioisterectomia completa.

Questa procedura consente esami visivi degli organi addominali per possibili metastasi. L'estirpazione chirurgica conservativa combinata con l'ovarioisterectomia comporterà la remissione completa dei tumori benigni.

La condivisione è la cura!

AUTORE

Progetto dedicato al supporto e al miglioramento della Medicina Veterinaria. Condivisione di informazioni e discussioni nella comunità veterinaria.

raccomandato

Punti caldi sui cani - Adoro la veterinaria

Punti caldi sui cani

5 min letto

Iscriviti alla nostra Newsletter

Lascia la tua email qui sotto per unirti alla squadra I Love Veterinary e goditi notizie regolari, aggiornamenti, contenuti esclusivi, nuovi arrivi e molto altro!