Il tasso di suicidio dei veterinari allarmantemente alto

pubblicato da Amo la veterinaria

Aggiornato su

Il blog I Love Veterinary è supportato dai lettori e potremmo guadagnare una commissione dai prodotti acquistati tramite i link in questa pagina, senza costi aggiuntivi per te. Ulteriori informazioni su di noi e sul nostro processo di revisione dei prodotti >

L'aumento del tasso di suicidi dei veterinari non è un problema a cui possiamo facilmente voltare le spalle. Il CDCP (Centers for Disease Control and Prevention) ha condotto uno studio dal quale emerge che negli USA i tassi di suicidio dei veterinari sono superiori a quelli della popolazione generale.

I registri dei decessi negli ultimi 36 anni di oltre 11.000 veterinari sono stati coperti con la conclusione che i veterinari maschi hanno 2.1 volte più probabilità di morire suicidandosi e le veterinarie donne hanno 3.5 volte più probabilità di fare lo stesso.

nastro giallo di sensibilizzazione sul tasso di suicidio del veterinario

Un altro studio conferma che il tasso di suicidio tra i veterinari è più del doppio rispetto alla professione medica e odontoiatrica e quattro volte superiore alla popolazione generale. Il sondaggio nazionale 2012 della CVMA (Canadian Veterinary Medical Association) sul benessere dei veterinari ha rivelato una percentuale sorprendentemente alta del 19% dei veterinari interrogati che pensava seriamente al suicidio. Il 9% di loro ha effettivamente tentato il suicidio almeno una volta.

Un nuovo rapporto mostra che i professionisti veterinari che lavorano con animali da compagnia negli studi di piccoli animali hanno tassi di suicidio particolarmente elevati rispetto agli altri campi della medicina veterinaria.

Il CDCP ha contato quasi 400 morti per suicidio di veterinari che hanno lavorato tra il 1975 e il 2015 negli Stati Uniti e il 75% di loro ha lavorato con animali da compagnia. Le richieste emotive più elevate nelle pratiche dei piccoli animali probabilmente contribuiscono al fenomeno.

Ragioni per problemi di salute mentale nel tasso di suicidio veterinario

Secondo gli esperti di salute pubblica, non è un segreto che i tassi di suicidio tra i medici siano superiori alla media. I motivi principali per cui le persone nella professione medica vedono il suicidio come l'unica via d'uscita sono l'ansia, la depressione e più spesso il burnout.

Per i medici veterinari, i fattori di rischio sono praticamente gli stessi.

veterinario maschio disperato seduto contro un muro con la faccia tra le mani

Durante gli studi, gli studenti di veterinaria sono sfiniti da programmi di studio molto impegnativi, lunghe ore di pratica e soprattutto ridicoli debiti studenteschi. Quindi è lecito ritenere che il disagio mentale e i problemi psicologici con i professionisti veterinari inizino mentre sono studenti universitari.

Già prosciugati dall'impegnativa vita da studente di veterinaria, intraprendono una carriera in un campo in cui devi dare il meglio di te e ottenere così poco in cambio.

I fattori che contribuiscono ai disturbi della salute mentale nella professione veterinaria sono sovraccarico di lavoro, orari di lavoro lunghi, scarso benessere dovuto all'equilibrio tra lavoro e vita privata, responsabilità rigorose, lamentele, aspettative dei clienti e, naturalmente, eutanasia.

infermiera veterinaria stressata

Una delle caratteristiche principali dei professionisti veterinari è il perfezionismo e, sebbene sia una benedizione, è anche una punizione poiché i perfezionisti sono più spesso vittime di ansia e depressione che in molti casi portano a pensieri suicidi.

Cercando aiuto

Molti professionisti veterinari hanno pensato, tentato e persino morto suicidandosi, e anche un suicidio è troppo. Il problema riguarda non solo la professione veterinaria, ma la società nel suo insieme. Dopotutto, le persone coinvolte nella medicina veterinaria sono professionisti del settore medico e devono conoscere i segni di ansia e depressione e incoraggiare i loro colleghi a parlarne apertamente.

veterinario suicida sos che raggiunge le mani

Affrontare l'epidemia di suicidi può essere fatto con la collaborazione reciproca e la comprensione che chiunque sia coinvolto nella medicina veterinaria potrebbe essere a rischio. Ricorda che non sei solo. Ricorda che ogni volta che ti senti sopraffatto o triste e ansioso puoi sempre parlare con i tuoi amici o familiari.

Rivolgiti a un professionista se ti senti più a tuo agio in quel modo. La tua salute mentale e la tua vita sono ciò che conta di più alla fine della giornata. Essere un veterinario professionista può essere estenuante e molto impegnativo, ma nessun lavoro o cliente dovrebbe essere motivo di dubitare di te stesso.

Linea diretta per il suicidio

hotline per suicidi

Se senti il ​​bisogno di parlare subito con qualcuno, il “Linea diretta per il suicidio” elenca tutti i numeri di hotline in tutto il mondo. Puoi anche leggere il nostro articolo su Mese di sensibilizzazione sulla salute mentale per maggiori informazioni.

La condivisione è la cura!

AUTORE

Progetto dedicato al supporto e al miglioramento della Medicina Veterinaria. Condivisione di informazioni e discussioni nella comunità veterinaria.

raccomandato

Iscriviti alla nostra Newsletter

Lascia la tua email qui sotto per unirti alla squadra I Love Veterinary e goditi notizie regolari, aggiornamenti, contenuti esclusivi, nuovi arrivi e molto altro!