Toxoplasmosi nei gatti: cosa ne sai?

Foto dell'autore
Aggiornato su

Il blog I Love Veterinary è supportato dai lettori e potremmo guadagnare una commissione dai prodotti acquistati tramite i link in questa pagina, senza costi aggiuntivi per te. Ulteriori informazioni su di noi e sul nostro processo di revisione dei prodotti >

La toxoplasmosi è una delle malattie più note trasmesse dagli animali all'uomo (aka malattia zoonotica). Sebbene tutti abbiano sentito parlare di questa infezione, soprattutto quando si tratta di proprietà del gatto, ci sono molti malintesi su questo argomento.

La prima cosa da sapere è se possiedi un gatto, lo farai non contrai la malattia toccando o stando vicino al tuo amico felino perché il parassita non si trova sul pelo del gatto. Non è necessario rinunciare al tuo gatto se tu o il tuo partner state pensando di concepire un bambino. Tuttavia, è essenziale prendere precauzioni. In questo post del blog, discutiamo le informazioni essenziali che devi sapere sulla toxoplasmosi nei gatti, tra cui definizione, sintomi, trasmissione e prevenzione. 

Cos'è la toxoplasmosi nei gatti?

La toxoplasmosi è una malattia causata dal parassita Toxoplasma gondii. È diffuso in tutto il mondo e può colpire mammiferi e uccelli, ma il parassita può prosperare e vivere solo in ogni fase della vita nei gatti.

toxoplasma gondii al microscopio, di I Love Veterinary
Oocisti di Toxoplasma gondii nello striscio fecale fresco di facce di gatto. Confermato in PCR.

Come fanno i gatti a contrarre la toxoplasmosi?

I gatti possono diventare portatori di Toxoplasma gondii attraverso la caccia e il consumo di prede infette come uccelli e roditori. Questo è il motivo per cui la toxoplasmosi è più comune nei gatti all'aperto. Anche i gatti indoor alimentati con cibo crudo o carne parzialmente cotta sono a rischio di contrarre la toxoplasmosi. 

Un altro modo in cui i compagni felini possono contrarre la malattia è consumare le feci di un gatto infetto. I felini perdono il parassita attraverso le feci da sette a quattordici giorni.

La toxoplasmosi può anche essere congenita, il che significa che i gattini possono contrarre il parassita dall'utero della madre se infettati. In questa situazione, la malattia può essere grave e può portare alla morte della prole. 

Toxoplasmosi nei gatti - I Love Veterinary

Quali sono i segni della toxoplasmosi nei gatti?

Secondo Cura internazionale del gatto, tra il 20-60% dei gatti sarà portatore di Toxoplasma ad un certo punto della loro vita, ma solo pochi mostreranno sintomi. Gattini e gatti giovani infetti possono sviluppare segni a causa di un sistema immunitario debole. I gatti adulti con altre malattie possono indebolire il sistema immunitario e indurre un focolaio di inattivo T gondii. I sintomi includono:

  • Febbre
  • Letargo
  • Perdita di appetito e perdita di peso
  • Difficoltà respiratorie causate da polmonite 
  • Ittero (colorazione gialla delle gengive e dei tessuti) causata da danno epatico
  • Cecità e infiammazione dell'occhio 
  • Cambiamento di comportamento, sequestri, paralisi causata da problemi neurologici  

Toxoplasma gondii - Amo il veterinario

Ciclo di vita del Toxoplasma gondii

Per questa sezione, ho voluto citare alcune definizioni da prima dei nostri ultimi articoli, che ci aiuteranno a navigare nel complesso Toxoplasma gondii ciclo vitale. 

"Ospite intermedio: dà riparo allo stadio larvale”.  In questo scenario, gli ospiti intermedi sono uccelli e mammiferi come roditori e umani.

“Ospite definitivo: l'ospite in cui vive lo stadio adulto del parassita o in cui avviene la riproduzione. In questo caso l'ospite definitivo è il gatto.

Ora diamo un'occhiata al ciclo di vita di T gondii:

  1. Un gatto infetto perde le uova (Oocisti) attraverso le feci nelle lettiere, nel terreno, nell'erba, nell'acqua, nelle verdure, ecc. Le oocisti si schiudono entro quattro e cinque giorni e rilasciano spore infettive. Queste spore possono sopravvivere per mesi. 
  2. Un ospite intermedio viene infettato attraverso l'ingestione delle uova nell'erba, nella verdura, nella frutta, nel suolo e nell'acqua contaminati. Il parassita entra nel tratto digestivo e poi va nel flusso sanguigno, dove diventano cisti inattive.
  3. I gatti cacciano l'ospite intermedio o ingeriscono carne cruda e diventano l'ospite definitivo. Toxoplasma gondii diventerà attivo e si replicherà rapidamente nell'intestino, quindi attraverso il corpo viene chiamato il parassita in questa fase della vita tachizoiti. Quando c'è una risposta immunitaria appropriata, la replicazione inizierà a rallentare e diventerà Bradizoiti.
  4. L'ospite definitivo inizia a spargere le uova attraverso le feci e il ciclo ricomincia.  

Come viene diagnosticata la toxoplasmosi nei gatti - I Love Veterinary

Come viene diagnosticata e trattata la toxoplasmosi nei gatti?

A volte la toxoplasmosi può passare inosservata quando il gatto non mostra alcun segno. 

Se il tuo amico felino mostra sintomi, dovresti portarlo dal veterinario per un consiglio e una diagnosi. Segni clinici e anamnesi, insieme a informazioni sullo stile di vita del tuo gatto (dentro fuori, dieta di cibi crudi), guiderà il tuo veterinario verso le indicazioni corrette e ti aiuterà a eseguire il laboratorio test per escludere qualsiasi altra condizione. Ad esempio, il tuo veterinario può eseguire una radiografia della testa del tuo gatto per escludere tumori al cervello se il tuo gatto mostra problemi neurologici.

Fecale gli esami potrebbero non essere affidabili poiché i gatti versano uova solo per pochi giorni. 

Un test che misura due tipi di anticorpi correlati a T gondii può fornire informazioni utili per il tuo veterinario (Immunoglobuline G e M). L'aumento dei livelli di immunoglobulina M suggerisce che il gatto potrebbe avere un'infezione in corso. Alti livelli di immunoglobulina G possono indicare che il tuo gatto è stato precedentemente infettato e ha creato l'immunità. L'assenza di entrambi suggerisce che il felino sia suscettibile alla toxoplasmosi. 

Una diagnosi definitiva richiede l'istopatologia, che è l'esame dei tessuti per osservare la comparsa delle cellule della malattia. 

Una volta diagnosticata la toxoplasmosi, il tuo veterinario ti darà la migliore linea d'azione in base alle esigenze del tuo amico felino. Il trattamento può comportare farmaci che impediscono ai parassiti di replicarsi ulteriormente, terapia di supporto aggiuntiva per sintomi come sequestri

Come posso impedire al mio gatto di ammalarsi di toxoplasmosi - I Love Veterinary

Come posso evitare che il mio gatto abbia la toxoplasmosi?

Ecco alcune cose che puoi fare se hai un gatto con un sistema immunitario debole o vuoi proteggere te stesso, la famiglia e i compagni felini dal contrarre la toxoplasmosi:

  • Consulta il tuo veterinario per il miglior cibo commerciale che soddisfi le esigenze del tuo gatto (età, altre condizioni, stile di vita)
  • Parla con il tuo veterinario della possibilità di tenere i tuoi gatti all'interno tanto quanto puoi. Nel video qui sotto, puoi trovare alcuni suggerimenti su come mantenere felici i gatti di casa.

Toxoplasma nelle persone

Le Centri per la prevenzione delle malattie e del controllo afferma che "...più di 40 milioni di persone negli Stati Uniti possono essere infettate dal parassita Toxoplasma".  

Gli esseri umani possono contrarre la toxoplasmosi da:

  • Ingestione di feci di gatto infette attraverso verdure, frutta o acqua contaminate
  • Trasmissione congenita da una donna incinta infetta al nascituro. 
  • Consumare carne cruda o poco cotta

Gli esseri umani con un forte sistema immunitario potrebbero non mostrare alcun sintomo o mostrare solo lievi sintomi simil-influenzali. Le donne incinte e le persone con un sistema immunitario vulnerabile dovrebbero essere molto caute in quanto possono causare diverse conseguenze. I segni del toxoplasma nell'uomo includono:

  • Febbre
  • Confusione
  • Nausea
  • Convulsioni
  • Arrossamento e infiammazione degli occhi
  • Visione offuscata

Se sospetti di avere la toxoplasmosi, dovresti contattare il tuo medico per una diagnosi e un trattamento adeguati. 

Come posso proteggermi dalla toxoplasmosi - I Love Veterinary

Come posso proteggermi dalla toxoplasmosi?

  • Non mangiare carne poco cotta 
  • Adottare misure protettive quando si maneggia la carne cruda e ricordarsi di lavarsi le mani prima e dopo. 
  • Lava bene la frutta e la verdura 
  • Se sei incinta o nel gruppo ad alto rischio con condizioni come l'AIDS o il cancro, evita il contatto con la lettiera del tuo gatto. Chiedi a un familiare di pulire il vassoio per te. Inoltre, è consigliabile impedire al gatto di cacciare durante la gravidanza. 
  • Lavati le mani dopo le attività all'aperto come l'edilizia e il giardinaggio 
  • Indossa i guanti quando svuoti la toilette del tuo gatto e smaltisci la lettiera in un luogo sicuro. Assicurati di disinfettare la lettiera con acqua calda.
  • Pulisci la lettiera ogni giorno poiché le uova hanno bisogno di almeno un giorno per diventare infettive

Gatto da accarezzare - Amo il veterinario

Sommario

La toxoplasmosi può essere prevenuta adottando le misure sopra spiegate ed essendo estremamente cauti quando si tratta di familiari in gravidanza e ad alto rischio. La via più comune di trasmissione del Toxoplasma all'uomo è l'ingestione di cibo contaminato. Ci tengo a ribadire che non è necessario riportare a casa il gatto in quanto il rischio di contrarre la toxoplasmosi dal proprio compagno felino è basso. Possedere un gatto è una delle esperienze più divertenti della vita e meritano il meglio. 

Se sei un sostenitore dei gatti, adorerai i nostri prodotti, appositamente progettati per gli amanti dei felini. Dai un'occhiata qui!

La condivisione è la cura!

Foto dell'autore

AUTORE

Arais è uno scrittore e assistente virtuale per proprietari di animali domestici e veterinari. È un'assistente di cura degli animali laureata e ha svolto esperienze lavorative in cliniche veterinarie. Quest'anno inizierà una laurea in infermieristica veterinaria in Irlanda! Quando non scrive, crea contenuti o accarezza i suoi tre gatti salvati, fa volontariato in un santuario per animali e alleva gattini!