Comprensione (cause e trattamento) della displasia dell'anca nei cani

Foto dell'autore
Pubblicato su

Il blog I Love Veterinary è supportato dai lettori e potremmo guadagnare una commissione dai prodotti acquistati tramite i link in questa pagina, senza costi aggiuntivi per te. Ulteriori informazioni su di noi e sul nostro processo di revisione dei prodotti >

Displasia dell'anca nei cani: quando qualcosa non va bene 

La displasia dell'anca nei cani è il disturbo più diffuso dell'articolazione dell'anca. La displasia dell'anca (HD) è dovuta allo sviluppo difettoso della testa dell'osso del femore o dell'acetabolo dell'anca o di entrambi. 

displasia dell'anca nei cani
Da Tara Hatch: "L'arto anteriore amputato di un cucciolo presumibilmente nato con una deformità. La gamba è stata amputata a 9 settimane di età perché causava dolore e disagio. Il cucciolo si è ripreso bene e sta benissimo su tre zampe, tuttavia, solo una settimana dopo è stato scoperto che ha una terribile displasia dell'anca, attualmente gestita bene. Il cucciolo è stato adottato da un veterinario, quindi è nelle migliori mani 😇"

Le suddette strutture formano l'articolazione sferica dell'anca e devono combaciare con precisione, oppure nel tempo l'articolazione degenera provocando l'artrosi.

Alcune razze canine sono predisposte alla displasia dell'anca?

Quasi tutte le razze sono a rischio di sviluppare la displasia dell'anca, ma quelle più comunemente colpite lo sono cani di taglia grande o gigante. La displasia dell'anca nei cani di piccola taglia è rara, ma può verificarsi. 

La displasia dell'anca ha a complesso percorso di eredità, e più geni e fattori ambientali giocano un ruolo nel modo in cui i geni vengono espressi e, in definitiva, se si verificherà lo sviluppo di anche displastiche. 

Razze di cani come Labrador Retriever, Golden Retriever, Pastori tedeschi, Bulldog, San Bernardo e Rottweiler sono alcune razze predisposte alla MH. Sebbene i cani di taglia grande e di razza mista spesso adottati come "salvataggio" abbiano un background incerto e una cattiva alimentazione, hanno anche un alto rischio di sviluppare la displasia dell'anca. 

Alla nascita, un cane "normale" avrà articolazioni dell'anca normali. Tuttavia, se l'articolazione sviluppa lassità o instabilità all'inizio della vita, cambiamenti come l'appiattimento della testa del femore o un acetabolo poco profondo avviano l'artrosi e la degenerazione dell'articolazione.

Fattori chiave che giocano un ruolo nel potenziale sviluppo e gravità di displasia dell'anca nei cani possono essere riassunti come segue:

  • Predisposizione di razza o genitori affetti (genetica)
  • Alimentazione 
  • Peso e tasso di crescita 
  • Esercitare 
  • Mentre gli ormoni

Quali sono i segni e i sintomi associati alla displasia dell'anca nei cani?

I segni ei sintomi clinici della displasia dell'anca nei cani possono variare in modo significativo. Alcuni cani possono mostrare solo sottili segni di disagio, mentre altri potrebbero sviluppare un dolore grave e improvviso. Se i sintomi non sono evidenti, i segni si sviluppano solo in seguito.

Si osservano spesso due presentazioni di displasia dell'anca, vale a dire:

  • Una forma giovanile o grave
  • Forma cronica

Le forma giovanile di solito si osserva nei cani tra i cinque e i 12 mesi di età con sintomi che compaiono all'improvviso e possono includere:

  • Zoppia in una o entrambe le zampe posteriori.
  • "Bunny-hopping" – che è un termine usato per descrivere il movimento di un cane per cui entrambe le gambe posteriori vengono sollevate contemporaneamente come un coniglio. Questo è spesso visto quando si cammina, si corre o si salgono le scale.
  • Difficoltà ad alzarsi dopo il riposo. 
  • Esercita l'intolleranza quando il tuo cane non vuole correre o giocare.

Si pensa che questi segni siano dovuti a una significativa lassità articolare che a sua volta causa la possibile lacerazione e allungamento della capsula articolare, dei legamenti e dei muscoli, con conseguente infiammazione. Anche il bordo dell'acetabolo può subire micro fratture. 

Le forma cronica è più comune e presenta una gamma variabile di segni clinici nei cani maturi. Cani più anziani che hanno subito cambiamenti a lungo termine nell'articolazione possono avere all'inizio sintomi sottili che diventano più evidenti man mano che progrediscono in gravità a causa della malattia degenerativa dell'articolazione. I segni visti nei cani più anziani includono:

  • Zoppia intermittente in una o entrambe le zampe posteriori.
  • Arti pelvici rigidi, soprattutto dopo il riposo o l'esercizio.
  • Difficoltà a stare in piedi da seduti o sdraiati.
  • Intolleranza all'esercizio o difficoltà a camminare, saltare e correre.
  • Muscoli delle zampe posteriori deboli e dilatazione della gamba posteriore quando si cammina su superfici scivolose.
  • Crepitus - un termine usato per descrivere il suono di clic o scricchiolio sentito o sentito nelle articolazioni.

Opzioni di trattamento disponibili per la displasia dell'anca canina

Le opzioni di trattamento per la displasia dell'anca nei cani possono essere raggruppate nelle seguenti due categorie:

  • Gestione non chirurgica 
  • Gestione chirurgica

La gestione non chirurgica dell'osteoartrite che si verifica a causa della MH è anche nota come gestione medica. Il trattamento fornito è indicato come palliativo in quanto affronta il dolore ma non la causa dell'instabilità articolare. L'obiettivo è ridurre i segni del dolore e migliorare la mobilità per rallentare la progressione dell'artrite.

Un approccio multimodale per alleviare il dolore è idealmente applicato e include i seguenti elementi:

Nutrizione- La dieta corretta con additivi nutrizionali e proteine ​​di alta qualità è fondamentale nella gestione di supporto della MH. Le diete specificamente formulate assicurano che il tuo animale domestico mantenga un punteggio di condizione corporea sana e fornisca ulteriori ingredienti nutrizionali di supporto per la salute delle articolazioni. Vedi la discussione di seguito sulle diete raccomandate dal veterinario.

Fisioterapia- L'applicazione di Fisioterapia è fondamentale in quanto fornisce il supporto e lo sviluppo continui dei muscoli intorno all'articolazione dell'anca. Con la diminuzione dell'attività a causa del dolore, i muscoli iniziano a deteriorarsi o atrofizzarsi, quindi i fianchi, così come l'articolazione del ginocchio e la colonna vertebrale, saranno colpiti e la progressione della zoppia e della rigidità sarà aggravata.

Bassotto che riceve terapia fisica
Comprensione (cause e trattamento) della displasia dell'anca nei cani che amo veterinaria - Blog per veterinari, tecnici veterinari, studenti

Mantenere il tuo animale domestico mobile e prevenire la degenerazione muscolare aiuta a rallentare la progressione dell'artrite. Tutta l'attività fisica dovrebbe tenere a mente la moderazione. Come badante principale di un animale domestico, è necessario fare uno sforzo concertato per moderare l'attività – non incoraggiare troppa attività e non consentire troppo poco movimento. 

I fisioterapisti animali sono formati per aiutare a fornire agli animali domestici regimi di esercizio progettati specificamente per le loro condizioni problematiche. Contatta il tuo veterinario o fisioterapista per programmare una consulenza per discutere e dettagliare il miglior regime che aiuterà a colpire i gruppi muscolari specifici del tuo animale domestico che stanno degenerando a causa della displasia dell'anca.  

Medicazioni 

Qualsiasi farmaco prescritto da un veterinario avrà effetti diversi per i diversi animali domestici. È importante tenerlo a mente perché non esiste una soluzione rapida per l'artrite; non c'è cura. I farmaci prescritti per il trattamento della displasia dell'anca semplicemente rallentano la progressione dei sintomi e forniscono sollievo dal dolore.

I farmaci hanno diversi effetti collaterali e la salute generale e il grado di dolore del tuo animale domestico aiuteranno a determinare cosa è prescritto. Inoltre, l'uso cronico di qualsiasi medicinale ha implicazioni specifiche sulla salute e sui livelli di attività dei reni e gastrointestinali o sui modelli di sonno. 

Il dolore ha anche più percorsi e, man mano che i sintomi progrediscono, potrebbe essere necessario aggiungere più farmaci.

I farmaci più comuni prescritti includono:

  • Farmaci Antinfiammatori Non Steroidei (FANS) 
  • Gabapentin 
  • Steroids
  • Gli oppiacei 

Di seguito è riportato un esempio di un protocollo di gestione conservativa di un cucciolo giovane che verrebbe applicato se il paziente si presentasse tra i cinque e i sei mesi di età con dolore all'anca e zoppia.

La gestione conservativa del dolore con i FANS secondo necessità è il primo passo, oltre a incoraggiare l'anca a stabilizzarsi:

  • Limitare l'esercizio a diverse passeggiate regolari al guinzaglio a intervalli di 10 minuti al giorno per sei settimane.
  • Se la risposta è buona, è consigliabile continuare l'esercizio controllato fino a quando il cucciolo ha almeno 12 mesi. Dopo le prime sei settimane, si possono concedere periodi di attività più lunghi (20-30 minuti alla volta).
  • Nuoto o sott'acqua tapis roulant sono anche esercizi utili in quanto sono modi a basso impatto per aumentare la massa muscolare per sostenere i fianchi.

Se la gestione conservativa non dà buoni risultati entro sei settimane, deve essere presa in considerazione la gestione chirurgica. La gestione chirurgica della displasia dell'anca nei cani può essere scoraggiante ma gratificante se il tuo animale domestico è il candidato chirurgico corretto. 

Le seguenti procedure saranno prese in considerazione per determinare il miglior trattamento per il tuo animale domestico:

Osteotomia pelvica tripla

Ciò comporta tre tagli nell'osso attorno all'articolazione dell'anca, chiamato segmento acetabolare del bacino, per alterare l'angolo dell'articolazione. Una placca viene quindi fissata in una posizione che assicuri che la testa del femore sia coperta in modo più efficace e che l'articolazione sia più congruente. Il candidato chirurgico corretto è:

  • Di età compresa tra cinque e nove mesi (si possono considerare alcune eccezioni).
  • Clinicamente zoppo.
  • Non ha evidenza secondaria di osteoartrite ai raggi X. 
  • Buona la conformazione dell'acetabolo valutata da un test di Ortolani.

Osteotomia femorale o intertrocanterica

Ciò comporta la rimozione di un cuneo di osso dal femore, che cambia l'angolo del collo del femore e gli consente di adattarsi più comodamente all'acetabolo. I candidati chirurgici includono pazienti che:

  • Questa tecnica viene applicata quando una condizione nota come cox valga si verifica, per cui l'angolo di inclinazione dell'anca è maggiore di 150 gradi. 
  • Cani di età compresa tra i nove e i 15 mesi. 
  • Questa tecnica è molto tecnica e non viene eseguita così spesso come i TPO.

Chirurgia di sostituzione totale dell'anca

La chirurgia di sostituzione totale dell'anca viene eseguita in casi molto gravi e fornisce un'articolazione artificiale indolore per facilitare la normale funzione biomeccanica. L'intervento prevede la rimozione della porzione superiore del femore e la sua sostituzione con una testa e un collo di femore artificiali inseriti in una densa coppa di plastica che funge da superficie articolare dell'articolazione.

Sono possibili protesi d'anca singole o doppie, ma sono costose e il recupero richiede terapia intensiva e fisioterapia. Questa procedura è indicata come lo standard d'oro quando si tratta di forme gravi di displasia dell'anca nei cani in quanto offre il miglior risultato possibile. Tuttavia, a causa di vincoli finanziari o specialistici, non è sempre fattibile.

Ostectomia della testa e del collo del femore 

Questa procedura viene definita procedura di salvataggio e viene eseguita solo quando non ci sono altre tecniche chirurgiche appropriate adatte a un candidato, mancanza di strutture di riferimento specialistiche o vincoli finanziari. 

La testa del femore viene rimossa, rimuovendo essenzialmente la parte sferica dell'articolazione sferica. Questo, a sua volta, allevia il dolore che deriva dal contatto osseo anomalo nei cani con displasia dell'anca. I muscoli circostanti e il tessuto cicatriziale che si forma dopo l'intervento agiscono come una falsa articolazione che sostiene i fianchi.

Un'ostectomia della testa e del collo del femore (FHO) può essere eseguita su uno o entrambi i lati, a seconda che siano interessate entrambe o solo un'articolazione dell'anca. Supponiamo che ci siano altri problemi di fondo o procedure precedenti come lesioni al crociato o instabilità. In tal caso, le procedure FHO devono essere considerate attentamente poiché le complicanze ortopediche multiple hanno una prognosi più riservata.

La procedura FHO influisce sull'andatura di un cane poiché la gamba si accorcia in qualche modo, ma fornisce un significativo sollievo dal dolore. Qualsiasi procedura ortopedica avrà effetti collaterali su come si muove il tuo animale domestico, ma si adatterà se è a suo agio. Se il tuo animale domestico non sta affrontando bene l'intervento chirurgico, deve tornare per le consultazioni di follow-up.

Come puoi prevenire la displasia dell'anca nei cani

La migliore prevenzione della displasia dell'anca nei cani sono decisioni informate. In qualità di caregiver primario, decisioni informate e informazioni sulla salute del tuo animale domestico sono il passaggio più cruciale nella prevenzione della displasia dell'anca. Tutti i cani nascono con fianchi normali, quindi le azioni intraprese dai proprietari durante lo sviluppo iniziale sono fondamentali.

I punti critici nella prevenzione della displasia dell'anca canina sono:

  • Conosci la tua razza: chiedi al tuo allevatore i certificati dell'anca o chiedi informazioni sulla salute dei genitori o dei nonni del tuo cucciolo. I cani di taglia grande corrono rischi maggiori, quindi sii consapevole dei loro bisogni speciali fin dall'inizio.
  • Fornisci al tuo cucciolo un buon supporto nutrizionale, proteine ​​di alta qualità e le giuste vitamine e minerali. Non integrare il cibo per cuccioli di taglia grande con calcio o farina di ossa. 
  • Dai da mangiare al tuo animale domestico la giusta quantità di cibo e monitora il suo peso per evitare un condizionamento eccessivo. 
  • Se il tuo animale domestico mostra segni di zoppia o dolore, portalo da un veterinario per essere esaminato. Diagnosi e trattamento precoci o chiave quando si ritarda la progressione e la gravità della displasia dell'anca.
  • Non esercitare eccessivamente i cani giovani e in rapida crescita. Aspetta piuttosto che siano maturi dal punto di vista scheletrico prima di introdurli a un esercizio faticoso.

Come i veterinari diagnosticano la displasia dell'anca canina

Una buona storia clinica e l'individuazione precoce di segni o sintomi sono molto importanti per determinare se il tuo animale domestico è predisposto o soffre di displasia dell'anca. Il tuo veterinario inizierà prima con un esame clinico approfondito delle articolazioni e dei muscoli degli arti posteriori del tuo animale domestico, oltre a una revisione dei livelli di attività e della nutrizione del tuo animale domestico, quindi preparati sempre a discuterne con il tuo veterinario.  

Se il tuo cucciolo mostra segni di displasia dell'anca all'inizio durante i controlli sanitari iniziali o se i tuoi cani più anziani iniziano a mostrare sintomi clinici, il veterinario inizierà con i seguenti passaggi diagnostici per determinare la gravità dei problemi all'anca del tuo cane:

Le radiografie 

Le radiografie o più comunemente indicate come raggi X sono il primo passo nella valutazione della salute delle articolazioni.

I raggi X vengono generalmente presi sotto sedazione poiché richiedono che il tuo animale domestico sia rilassato e facilmente manovrato in posizioni molto specifiche. 

Le radiografie richiedono diverse viste da prendere. Sono valutati in modo più accurato da uno specialista che può quindi fornire una classificazione certificata dell'articolazione dell'anca. Anche alcuni veterinari delle cure primarie possono fornire questo servizio, ma uno specialista dovrà fornire certificati HD per la classificazione dell'albero genealogico.

Le Metodo di distrazione PennHIP misura quantitativamente la lassità dell'anca ed è un predittore accurato del fatto che un cucciolo possa sviluppare la displasia dell'anca. Aiuta anche a determinare quale approccio chirurgico appropriato è più adatto al paziente.  

Raggi X nei cani giovani possono essere fondamentali in quanto possono aiutare a prevenire la progressione di una condizione debilitante. 

I raggi X nei cani anziani che hanno già la displasia dell'anca possono aiutare a monitorare la progressione della malattia e aiutare a determinare le migliori opzioni chirurgiche per un paziente. I raggi X forniscono anche informazioni su quali tipi di tecniche di gestione del dolore conservatrici potrebbero fornire sollievo a un paziente con displasia dell'anca. 

Metodo di palpazione

Il metodo di palpazione è chiamato il Segno Ortolani e richiede anche una leggera sedazione nei cuccioli o durante i controlli sanitari di base per i cuccioli di età compresa tra 2-3 mesi. È solo un indicatore generale del fatto che un cucciolo possa o meno sviluppare cambiamenti articolari a causa della lassità articolare. Se un cucciolo non ha il segno Ortolani, non esclude la possibilità di una sottostante displasia dell'anca. 

I risultati per un cane con displasia dell'anca

L'esito per un cane con displasia dell'anca è determinato dalla gravità e dalla durata della condizione.

Per i cuccioli giovani, l'esito è molto buono se i segni e i sintomi vengono rilevati precocemente e vengono intraprese azioni appropriate per prevenire la progressione della malattia.

Per i cani anziani con displasia dell'anca, i risultati variano a seconda del corso del trattamento adottato. Tuttavia, se sono potenziali candidati per un intervento chirurgico, avranno una prognosi abbastanza buona se verranno seguite tutte le istruzioni post-operatorie appropriate.

Se si opta per la gestione conservativa o medica, la prognosi dipende dalla qualità della vita dell'animale. Il trattamento mira a gestire i sintomi e fornire sollievo dal dolore. Se la qualità della vita del tuo animale domestico viene influenzata negativamente da questi trattamenti, la prognosi è riservata. 

FANS e trattamenti alternativi 

FANS 

FANS

I farmaci antinfiammatori non steroidei forniscono sollievo dal dolore diminuendo l'infiammazione. I FANS non curano l'artrite; semplicemente rallentano la progressione della malattia. Il sollievo dal dolore è da lieve a moderato e non è l'ideale per l'uso cronico. I FANS hanno effetti negativi sui reni e sul tratto gastrointestinale. 

polisolfato pentosano

Questo è un farmaco nutraceutico iniettato in un paziente inizialmente una volta alla settimana per quattro settimane e poi mensilmente. Pentosano funziona molto bene nei pazienti geriatrici e fornisce un supporto articolare aggiuntivo e riduce l'infiammazione.

Olio al CBD

Sebbene dati scientifici limitati sull'utilizzo Olio al CBD è disponibile, prove aneddotiche suggeriscono che fornisce un significativo sollievo dal dolore, in particolare il dolore neuropatico, e vanta anche proprietà antinfiammatorie.

Agopuntura 

I fisioterapisti veterinari possono dare sollievo ai tuoi animali domestici usando perline d'oro impiantate in punti terapeutici che hanno dimostrato di alleviare il dolore e ridurre l'infiammazione.

Esercizi efficaci per la displasia dell'anca per i cani

  • Passeggiate controllate al guinzaglio– le brevi passeggiate sono un'aggiunta essenziale, soprattutto se si tenta una gestione conservativa della MH. Ancora una volta, è necessario monitorare la risposta del tuo cane all'esercizio. 

Se stanno affrontando, il tempo e la durata delle passeggiate possono essere aumentati, ma dovrebbero iniziare a mostrare zoppia. Il riposo e la riduzione del tempo di percorrenza e della distanza non sono un passo indietro. È solo un passo verso il miglioramento della salute delle articolazioni.

  • Nuoto- assicurati che il tuo animale domestico possa entrare e uscire dall'acqua comodamente per evitare sforzi inutili alle articolazioni.
  • Allenamento di agilità a basso impatto– tunnel e rampe non ripide possono essere utilizzati anche per sviluppare i muscoli e mantenere mobili le articolazioni.
  • Allenamento su tapis roulant subacqueo– a basso impatto e molto efficace per i pazienti dolorosi.
  • Gamma di esercizi di movimento– un fisioterapista fornirà un elenco di attività che aiutano a migliorare e mantenere il range di movimento nei cani con displasia dell'anca. 

Diete consigliate dai veterinari per la displasia dell'anca canina

La chiave per prevenire la displasia dell'anca nei cani inizia con la corretta alimentazione durante le fasi di sviluppo più critiche da cuccioli. Ciò significa anche monitorare la quantità e la qualità del cibo che vengono alimentati. 

I cuccioli di taglia grande hanno bisogno di rapporti molto specifici di fosforo e calcio nella loro dieta durante la crescita. Il cibo integrato con calcio o troppo ricco di calcio ha un effetto negativo su diversi fattori del femore in via di sviluppo, aumentando così il grado e la gravità della displasia dell'anca.

Rinomate aziende di alimenti per animali domestici investono milioni in ricerca e studi clinici per determinare le migliori formulazioni nutrizionali possibili dei loro consumatori e fornire il rapporto ottimale per i cuccioli in crescita. 

Il corretto rapporto di vitamine, minerali e proteine ​​di alta qualità è vitale. 

Pertanto è imperativo posizionare i cuccioli di taglia grande su alimenti per cuccioli specificamente formulati per soddisfare le loro esigenze durante la loro finestra di sviluppo critica. Alimentazione ad lib è fortemente scoraggiato, ed oltre condizionamento dovrebbe essere evitato a tutti i costi.

Nei cani che hanno già la displasia dell'anca, un veterinario consiglierà una dieta che contenga i seguenti ingredienti aggiunti:

  • Omega 3 Acidi grassi- diminuiscono la produzione di mediatori infiammatori e quindi rallentano la progressione dell'artrosi nell'articolazione colpita.
  • Condroitina solfato.
  • Glucosamina-HCl.

L'ultima parola

La displasia dell'anca nei cani può essere gestita in modo di supporto o addirittura prevenuta se rilevata precocemente. Tuttavia, è una condizione frustrante con complicazioni per tutta la vita sulla qualità della vita di un animale domestico se non trattata. 

Se qualcosa non va bene con le zampe posteriori del tuo animale domestico, è meglio agire prima piuttosto che dopo.  

 

La condivisione è la cura!

Foto dell'autore

AUTORE

La dottoressa Kaylee Ferreira, una veterinaria sudafricana di Johannesburg, eccelle in diversi ruoli veterinari. Fondatrice di Kubuntu Veterinary Services, è un'amante degli animali e un'avventuriera.